Home | Economia e Finanza | Agricoltura | Successo di pubblico per la sfida a colpi di Trisa

Successo di pubblico per la sfida a colpi di Trisa

Doppio successo per i Polenter di Storo al Festival della Polenta 2019

È nuovamente la Polenta Carbonera la vincitrice del Festival di Storo 2018 che, come è ormai tradizione, ha richiamato nella Valle del Chiese ottomila turisti provenienti da tutto il Trentino, dall’Alto Adige e dalle province della vicina pianura padana.
La manifestazione organizzata dalla Pro Loco di StoroM2 ha sancito inequivocabilmente come questa pietanza, tipica dei territori di montagna, rappresenti una risorsa importante anche per l’alta ristorazione data la sua versatilità nella creazione dei piatti.
Per i dieci gruppi di Polenter in gara si è trattato di un confronto all’ultimo colpo di Trisa ovvero il tradizionale mestolo con cui si prepara la polenta.
Ma per il pubblico vi è stata l’occasione di assaggiare altri tipi di polenta e anche i gioielli della produzione gastronomica di questo angolo del Trentino, collocato tra il lago d’Idro, la val di Fumo e le Dolomiti di Brenta.
Il tutto con il supporto di 500 volontari dell’intera Valle del Chiese. E per la seconda volta, consecutivamente, a vincere sono stati i Polenter di casa con la classica polenta di Storo.
 
Il voto della giuria tecnica è stato ribadito da quello popolare ovvero delle persone che hanno assaggiato le dieci polente.
Nel voto della giuria i Polenter di Storo hanno preceduto quelli di Cimego (con la Macafana) e terzi i Busiadar sempre di Cimego.
Il voto popolare ha visto un testa a testa tra la Carbonera di Storo e quella di Condino. Terza la classica Macafana di Cimego.
L’albo d’oro del Festival della Polenta vede ancora primeggiare i Polenter di Borgo Chiese (realtà amministrativa nata dalla fusione di Condino, Cimego, Brione) con tre successi: nel 2015 con la Macafana di Cimego, nel 2016 con la Carbonera di Condino e nel 2017 con la Macafana di Cimego.
Ma con la doppia vittoria i Polenter di Storo sono ormai a… un colpo di Trisa.
 
Una conferma, insomma, dell’altissima qualità delle polente - numerose sono le varianti da assaggiare - che normalmente vengono cucinate in valle del Chiese.
Il Festival della Polenta 2019 è stato nuovamente coronato da una grande partecipazione di pubblico, che ha premiato gli sforzi messi in campo dal C.O. presieduto da Nicola Zontini.
Si conferma quindi la bontà delle azioni di promozione messe in atto da Trentino Marketing, con il Ceo Maurizio Rossini, e dal Consorzio Turistico Valle del Chiese, presieduto da Daiana Cominotti, rivolte all’intero nord Italia con attività di supporto sui quotidiani, radio, Tv e in particolare sui social.
E che oggi il Festival rappresenti una vera e propria vetrina sia in chiave turistica per la valle sia di vetrina dei giacimenti golosi gastronomici del Trentino, lo confermano le presenze dei tre assessori-turisti Roberto Failoni, grande sostenitore dell’evento assieme alla collega di comparto Giulia Zanotelli, e Mario Tonina.
 
La sfida tra le polente non è in assoluto una novità né in campo nazionale né internazionale ma certamente rappresenta una occasione unica per mettere in vetrina una valle dove sono svariate - oltre a quella tradizionale gialla - le polente che fanno parte del patrimonio. E proprio l’abbinamento tra l’eccellenza produttiva e i «giacimenti gastronomici locali» ha portato VisitChiese a valorizzare questi prodotti.
Non a caso è nato il Progetto #Milklife, vero e proprio contenitore dedicato alla ruralità del Chiese che ogni anno ospita anche a settembre la Desmalgada di Boniprati e Mondo Contadino – Festa del Latte. Ed ora l'appuntamento a novembre - dicembre con i Marcatini di natale di Cimego e le manifestazioni dell'Avvento.
Da segnalare che Visit Chiese ha predisposto un pacchetto di vacanza ad hoc con soggiorno nelle varie strutture della valle con prezzi interessanti.
Il Festival della Polenta 2019 ha visto il supporto di Bim Valle del Chiese, del Consorzio turistico Valle del Chiese, della Provincia Autonoma di Trento e di Trentino Marketing, della Cooperativa Agri 90 e del Comune di Storo.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni