Home | Economia e Finanza | Lavoro | Sciopero ai caselli A22, il sindacato non apprezza la risposta

Sciopero ai caselli A22, il sindacato non apprezza la risposta

«Autobrennero chiama sicurezza quello che per noi è profitto per nascondere quello che non era mai successo in 50 anni» – Probabile sciopero il 25 e il 26 agosto

«I vertici di A22 chiamano sicurezza quello che per noi è solo profitto, un atteggiamento che serve a nascondere quello che mai era successo in 50 anni di storia di Autobrennero, la sostituzione di lavoratori in sciopero con altri lavoratori con contratti a tempo determinato.»
Così Stefano Montani, segretario della Cgil Filt risponde alla nota di Autobrennero (vedi nostro servizio), e aggiunge: «Autobrennero dovrebbe chiedersi perché chi è assunto a tempo indeterminato ha scioperato, mentre non lo ha fatto chi ha contratti precari.
«Serve onestà intellettuale, la precarietà è una brutta bestia e se le conseguenza di questa tragica condizione si avverte pure in una società interamente pubblica, la cosa preoccupa ancora di più.»
 
Dopo lo sciopero tra domenica 4 e lunedì 5 agosto scorso, i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl intanto rilanciano l'azione dopo la rottura delle trattative per il rinnovo del contratto di settore e proclamano un ulteriore stato di agitazione.
«Proclamiamo – dicono le parti sociali – il blocco delle prestazioni straordinarie e supplementari dal 17 agosto al 15 settembre su tutto il personale non sottoposto alla legge 140/90 e alla regolamentazione provvisoria di settore.»
«Non è un caso se le segreterie nazionali di Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl – prosegue Montani – hanno diffidato le aziende dall'intraprendere iniziative lesive del diritto di sciopero dei lavoratori, del diritto alla mobilità degli utenti, preannunciando che eventuali violazioni saranno denunciati nelle sedi competenti.»
 
Non solo, le parti sociali prevedono la proclamazione di una seconda azione di sciopero per domenica 25 e lunedì 26 agosto, sempre per il rinnovo del contratto di lavoro del personale delle autostrade e dei trafori, che in provincia di Trento riguarda circa un migliaio di addetti.
Sul territorio aderiranno allo sciopero i lavoratori dell’Autostrada del Brennero.
Nel dettaglio i turni di sciopero saranno dalle 10 alle 14, dalle 18 alle 22 di domenica 25 e dalle 22 di domenica 25 alle 2 di lunedì 26.
Si fermeranno gli addetti ai caselli ed i turnisti non sottoposti alla 146 cioè quelli che non sono precettabili.
Le prime quattro ore della prestazione/turno di lavoro del personale tecnico e amministrativo per lunedì 26 agosto.
 
Altra questione di frizione è la flessibilità: i sindacati chiedono una rimodulazione della flessibilità a cui sono sottoposte alcune categorie contrattuali che produce significative disparità tra personale che svolge la stessa mansione.
Tra le divergenze anche la richiesta di parte sindacale di introdurre una normativa specifica di salvaguardia dei dipendenti rispetto all’assegnazione di nuove concessioni.
«Vorrebbero imporre una linea di discontinuità rispetto ai precedenti rinnovi – conclude Montani – in termini di durata del contratto nazionale, di incremento complessivo, di limitazione degli effetti di trascinamento degli istituti contrattuali e di allocazione delle risorse.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni