Home | Economia e Finanza | Lavoro | Le vittime straniere sul lavoro sono in aumento: + 3% sul 2018

Le vittime straniere sul lavoro sono in aumento: + 3% sul 2018

L’incidente mortale di ieri nel pavese fa capire come l’emergenza non sia solo una questione italiana

Morti annegati in una vasca di liquami di un’azienda agricola del Pavese.
Così hanno perso la vita quattro operai stranieri ieri (giovedì 12 settembre).
Un episodio agghiacciante che riapre per l’ennesima volta una ferita lacerata e sanguinante della contemporaneità italiana.
Perché quella del nostro Paese è un’emergenza quotidiana. Perché si muore sul lavoro ogni giorno da Nord a Sud del Paese. E il numero delle vittime straniere continua ad aumentare.
 
Una tendenza confermata dai dati. Stando alle rilevazioni del nostro Osservatorio, infatti, nel primo semestre 2019 i decessi dei lavoratori stranieri registrati esclusivamente in occasione di lavoro rappresentavano il 20,5% del totale delle vittime (69 su 338).
Cresciuti di oltre il 3% rispetto al primo semestre del 2018 (quando erano 57 su 331, pari al 17%).
Percentuali ben diverse, tra l’altro, da quelle di qualche anno fa.
Stando al nostro rapporto triennale (2011 - 2013, pubblicato nel 2014) sulle morti bianche in Italia, le vittime straniere nel nostro Paese oscillavano tra l’11 e il 13%.
Quindi l’incremento della mortalità appare oggi ancor più rilevante e preoccupante.
 
Questo significa che l’emergenza si amplifica e si fa sempre più complessa nella Penisola.
Perché è evidente a tutti che le morti sul lavoro in Italia coinvolgono anche sempre più stranieri.
Una questione che dovrebbe preoccupare e far riflettere soprattutto chi si occupa di sicurezza sul lavoro, di formazione.
Ci sono nuove richieste, insomma, che attendono una risposta con urgenza. E se rimarranno inevase incideranno molto sull'emergenza morti bianche nel nostro Paese.
Del resto, da tempo in Italia si lavora su più fronti e con successo in nome dell’integrazione, del dialogo multiculturale.
 
Auspichiamo, dunque, che lo stesso entusiasmo contamini anche la sensibilizzazione per migliorare la sicurezza nei luoghi di lavoro.
Soprattutto considerando che In Italia parla ormai straniero un’impresa su 10.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone