Home | Economia e Finanza | Ricerca e innovazione | Tre bandi a sostegno di startup, aziende di montagna

Tre bandi a sostegno di startup, aziende di montagna

Riaperti i termini, con novità sostanziali, per il «Matching Fund» e per la misura a sostegno delle imprese nei comuni di montagna e delle nuove imprese

image

>
È fissata al 31 ottobre la «dead line» dei tre bandi promossi da Trentino Sviluppo per stimolare la nascita di nuove imprese.
Tre differenti misure, volute dalla Provincia autonoma di Trento, per le quali è stata ora unificata la data di scadenza.
C’è quindi tempo fino alla fine di ottobre per aderire al bando «Matching Fund», che offre un contributo da 25 mila a 200 mila euro alle startup innovative nei settori del green e sport-tech, meccatronica, agritech e qualità della vita, che si presentino con un investitore privato disponibile a scommettere sull’azienda; il contributo pubblico sarà pari all’investimento privato ma la novità, che ha reso opportuna la riapertura dei termini, riguarda la possibilità di presentare anche un investitore estero, con sede cioè fuori dall’Italia.

Novità anche per il secondo bando, «Fare impresa nel cuore delle Alpi», pensato invece per supportare iniziative imprenditoriali nei piccoli comuni di montagna: in questo caso potranno presentare manifestazione di interesse anche liberi professionisti, purché si impegnino a costituire un’azienda entro 60 giorni, e porte aperte anche ai casi di «passaggio generazionale».
Rimane confermata al 31 ottobre la scadenza del bando di «Sostegno alla nuova imprenditorialità e all'autoimpiego» con contributi fino a 49 mila euro per le iniziative promosse da persone in particolare condizione di svantaggio.
Disponibile uno Sportello unico, in Trentino Sviluppo, al quale è possibile rivolgersi per informazioni e chiarimenti.

Novità rilevanti, che allargano la platea dei potenziali beneficiari, e che hanno quindi reso opportuno procedere ad una riapertura dei termini di due dei tre bandi a sostegno della nuova impresa e delle startup innovative promossi durante l’estate da Trentino Sviluppo.


 
Bando «Progetti d’impresa nel cuore delle Alpi»
È lo strumento con cui la Provincia autonoma di Trento mira a promuovere uno sviluppo dei territori montani basato sull'innovazione e sulla tecnologia, ad integrazione delle attività economiche tradizionali e tipicamente alpine quali allevamento, agricoltura e turismo.
Beneficiari sono aziende operanti in settori diversi - dalla bioedilizia, alla manifattura, all’economia circolare - costituite da più di 12 mesi.
Ma anche, e qui sta la novità, da titolari di Partita Iva, sia in forma individuale che in forma associata, che dimostrino di aver avviato l’attività da almeno un anno e che si impegnano a costituirsi nelle forme giuridiche ammesse e ad avviare il progetto d’impresa entro 60 giorni dalla ricezione della comunicazione contenente gli esiti della procedura.
Potranno inoltre aderire alla misura di sostegno anche coloro che, pur detenendo la personalità giuridica da meno di un anno – dimostrino di aver eseguito una o più delle attività imprenditoriali ammesse; ma anche coloro che si impegnino a proseguire l’attività imprenditoriale originariamente condotta da terzi con debite evidenze, quali ad esempio la cessione di azienda (e/o di ramo d’azienda), l’affitto di azienda (e/o di ramo d’azienda), la fusione per incorporazione di azienda.
Confermati gli altri vincoli previsti dall’avviso pubblico: attività in comuni con meno di 7.000 abitanti e sopra i 400 metri di altitudine, con bonus riconosciuto ad attività in comuni superiori ai 450 metri e distanti almeno 10 chilometri dai caselli autostradali dell'A22.
Nuova scadenza del bando fissata al 31 ottobre 2019.
 
Bando «Matching Fund»
Mira a sostenere startup e piccole-medie imprese innovative attraverso un particolare meccanismo finanziario che prevede un sostegno economico pubblico di pari valore a quello di un investitore privato.
Il finanziamento pubblico è compreso tra i 25 mila e i 200 mila euro e può essere erogato ad aziende fondate da più di 12 mesi operanti in uno dei settori strategici per lo sviluppo del Trentino («Smart Specialisations»).
Novità la possibilità di presentare anche un investitore estero, avente cioè sede in uno stato diverso dall’Italia. Rimane il vincolo di insediare una sede operativa in Trentino per almeno 5 anni.
Nuova scadenza del bando fissata al 31 ottobre 2019.
 
Bando «Sostegno all’avvio di nuove imprese per soggetti in particolare condizione di svantaggio»
Uno strumento con cui si mira a sostenere la nascita di piccole nuove imprese e favorire la vocazione all’autoimprenditorialità, con particolare attenzione ai soggetti in condizione di svantaggio.
Soggetti a cui si rivolge sono infatti i disoccupati, i lavoratori che hanno perso l’impiego a causa di calamità naturali, giovani fino a 35 anni, over 50 e donne.
Bonus territorialità: verrà premiato l’acquisto di beni e servizi sul territorio provinciale, in un’ottica di coesione, sinergia e mutualità territoriale.
Contributi fino a un massimo di 49 mila euro.
Confermata la scadenza del bando il 31 ottobre 2019.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni