Home | Economia e Finanza | Ricerca e innovazione | «Giovani ricercatori cercansi!»: iscrizioni entro il 29 novembre

«Giovani ricercatori cercansi!»: iscrizioni entro il 29 novembre

Torna il concorso transfrontaliero per valorizzare i giovani talenti in ambito scientifico

Sono aperte fino al 29 novembre 2019 le iscrizioni al concorso «Giovani ricercatori cercansi!», promosso dalla Provincia autonoma di Trento, in collaborazione con l’Accademia Europea di Bolzano (EURAC), la Junge Uni Innsbruck e il Schweizerisches Alpines Gymnasium Davos (Grigioni).
Al concorso potranno partecipare individualmente o in piccoli gruppi i giovani di età compresa tra i 16 e i 20 anni di Trentino Alto Adige- Südtirol, Tirolo e del Cantone dei Grigioni, presentando progetti di ricerca scientifica e innovazione. In palio premi in denaro da 1.000 a 3.000 euro.
Ricerca e innovazione sono aspetti strategici per lo sviluppo sociale ed economico: per questo motivo è fondamentale diffondere, già tra gli studenti delle scuole secondarie, una cultura della ricerca, offrendo loro occasioni per sperimentare in prima persona, che cosa significa lavorare con la scienza e le con sue applicazioni.
In tale ambito, dal 2005, la Provincia, in collaborazione con Accademia Europea di Bolzano-EURAC, Università Leopold Franzens di Innsbruck e Alpine Mittelschule di Davos nel Cantone dei Grigioni (Svizzera) promuove il concorso transfrontaliero «Giovani Ricercatori Cercansi-Junge Forscher Gesucht».
 
Il concorso è rivolto ai giovani dai 16 e i 20 anni del Trentino Alto Adige, Tirolo e Grigioni che potranno vivere autonomamente le loro prime esperienze di ricerca, confrontandosi, a livello provinciale e poi internazionale, con esperti e coetanei nell’ambito delle scienze naturali e dell’innovazione.
I giovani ricercatori avranno l’opportunità di presentare studi o lavori di ricerca di base o applicata o progetti finalizzati allo sviluppo sperimentale o di prodotto.
È possibile partecipare individualmente o in piccoli gruppi (massimo 5 persone per gruppo).
I progetti dovranno presentare un’impostazione scientifica, nonché uno svolgimento metodologicamente rigoroso e verranno valutati da esperti in merito all’originalità, all’approccio metodologico o allo svolgimento del lavoro.
In palio premi in denaro da 1.000 a 3.000 euro distinti nelle due categorie: progetti di ricerca di base o applicata e progetti di sviluppo sperimentale o di prodotto.
Le scadenze sono: il 29 novembre 2019 per l’iscrizione presso la segreteria del concorso della regione di appartenenza e il 31 gennaio 2020 per la consegna del progetto.
La finale del concorso si terrà a Trento, presso il MUSE, il 23 e 24 aprile 2020.
I partecipanti trentini dovranno inviare l’iscrizione tramite pec all’indirizzo: umse.industriaricerca@pec.provincia.tn.it.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni