Home | Economia e Finanza | Ricerca e innovazione | Climate KIC Accelerator: in Trentino il prestigioso Investor Day

Climate KIC Accelerator: in Trentino il prestigioso Investor Day

L’iniziativa, coordinata da Trentino Sviluppo e HIT, ha portato a Mezzocorona 13 startup operanti nell’ambito della sostenibilità ambientale e 80 investitori qualificati

image

>
Si è svolto ieri, per la prima volta in Trentino, l’Investor Day di Climate KIC Accelerator Italy, il programma di accelerazione finanziato dall’Unione Europea che supporta le iniziative imprenditoriali in ambiti tematici rilevanti per il cambiamento climatico.
L’iniziativa, promossa da Trentino Sviluppo, HIT - Hub Innovazione Trentino e dal consorzio pubblico dell’Emilia Romagna Art-Er, si è svolta alle Cantine Rotari di Mezzocorona e ha permesso a 13 startup provenienti da tutta Italia di confrontarsi con un’ottantina di investitori.
L’obiettivo? Ottenere supporto finanziario e manageriale per far crescere la propria attività nei settori agritech, biotecnologie, edilizia intelligente o energie rinnovabili.
Per la prima volta quest’anno, il Trentino ospita il prestigioso Investor Day di Climate KIC Accelerator Italy, il programma di accelerazione finanziato dall’Unione Europea per velocizzare il decollo di nuove iniziative imprenditoriali nell’ambito della sostenibilità, promosso in collaborazione con Trentino Sviluppo, HIT - Hub Innovazione Trentino e Art-Er, il consorzio per l’attrattività, la ricerca e il territorio della regione Emilia Romagna.
 
L’evento si è svolto ieri, giovedì 5 dicembre, nella prestigiosa cornice delle cantine Rotari di Mezzocorona, in concomitanza con l’assemblea annuale del Club Trentino degli Investitori.
Questo network di investitori, nato nel luglio 2017 grazie al progetto europeo Star-EU e coordinato da Trentino Sviluppo, si compone oggi di ottanta di soggetti tra business angel, investitori istituzionali, fondi di venture capital e intermediari finanziari.
Positivo il bilancio 2019, anno in cui il Club Trentino degli Investitori ha esaminato 49 startup, provenienti dai settori industriali più diversi: dalla riabilitazione post-operatoria tramite dispositivi indossabili alla produzione di energia utilizzando vetri fotovoltaici trasparenti, passando per software di tracciamento di persone e cose negli spazi chiusi e piattaforme di progettazione di auto sportive e motori elettrici per biciclette personalizzati.
«Anche questo evento – commenta Paolo Pretti, direttore operativo di Trentino Sviluppo - ha dimostrato l’importanza di creare sinergie e incentivare la collaborazione fra entità con finalità diverse per garantire un supporto più efficace al mondo delle startup. Accompagnare e accelerare nuove imprese ad elevato potenziale è un’attività particolarmente impegnativa, soprattutto in termini di risorse umane e di competenze che devono esservi dedicate. Per questo diventa fondamentale la collaborazione con soggetti in grado di attivare molteplici professionalità ma anche di attirare investimenti privati.»
 
«Hub Innovazione Trentino - sottolinea Marco Senigalliesi, responsabile area Accelerazione e Imprenditorialità di HIT - si occupa di trasferimento delle tecnologie dal mondo della ricerca a quello delle imprese e di sostegno alla crescita e maturazione delle startup. È stato per noi del tutto naturale aderire al programma Accelerator di Climate KIC e dialogare con Trentino Sviluppo e Art-Er per portare all’attenzione degli investitori i risultati più maturi e pronti al loro intervento. Crediamo molto in queste startup perché le loro idee imprenditoriali rappresentano non solo un'opportunità di business, ma anche la risposta a problemi ambientali di cruciale importanza per il nostro pianeta e per le generazioni future.»
«Negli ultimi anni in Italia – spiega Arianna Cecchi, Innovation Lead di EIT Climate-KIC – abbiamo sostenuto circa 110 idee imprenditoriali con una dichiarata vocazione green, digitale, tecnologica. Per noi l’imprenditorialità e la resilienza sono un binomio indissolubile per attuare la transizione verso un modello socio-economico più sostenibile e circolare. Il successo dei nostri programmi di supporto alle imprese innovative e ai giovani imprenditori ci fa ben sperare di colmare quel gap tra domanda e offerta di soluzioni, strumenti, tecnologie e processi che servono oggi per contrastare gli effetti del clima che cambia.»
Al termine dell’assemblea i membri del Club Investitori hanno potuto incontrare le 13 startup selezionate, che, coadiuvate dal mentor e imprenditore di successo Mario Moroni, si sono sfidate a colpi di pitch.
Per i più convincenti la possibilità di ottenere supporto finanziario e manageriale per far crescere la propria iniziativa.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni