Home | Economia e Finanza | Turismo | «Chef per Aria» in Val di Fassa dal 15 giugno

«Chef per Aria» in Val di Fassa dal 15 giugno

Sarà il primo giorno d’apertura estiva delle cabine panoramiche della funivia Alba-Col dei Rossi, si vive l’esperienza di una cena tra terra e cielo

Ne abbiamo sentito parlare giusto oggi alla conferenza stampa indetta da Trentino Marketing per presentare le moltissime occasioni offerte dal territorio per completare l’offerta turistica con i prodotti enogastronomici (vedi articolo).
Consiste nell’esperienza di godersi una cena «tra terra e cielo» grazie agli impianti funiviari.
Di seguito il servizio sul «Chef per Aria».


 
Esclusiva, come i posti a disposizione, eccellente, come le creazioni degli chef, generosa, come il ricavato in beneficenza.
Ha tutti gli ingredienti dell’esperienza unica «Chef per Aria», la cena tra terra e cielo del 15 giugno in Val di Fassa a bordo delle cabine della funifor Alba-Col dei Rossi (inaugurata a dicembre 2015).
Si festeggia così l’avvio della stagiona estiva 2019 in quest’originale sala ristorante, che compie un balzo di 880 metri salendo da Alba di Canazei (1495 m) fino al Col dei Rossi (2.376 m).
 
Qui si consumano le ricette raffinate di una ventina dei migliori chef dell’associazione «Cheghes de Fascia», capitanati dallo stellato Stefano Ghetta del ristorante «L Chimpl da Tamion» di Vigo, e si ha pure l’opportunità di ammirare un panorama d’incanto, tra Belvedere di Canazei e i gruppi dolomitici di Sella, Sassolungo e Marmolada: un modo eccezionale di scoprire l’«enrosadira», come chiamano i ladini che popolano la Val di Fassa, il fenomeno dei raggi del sole che colorano di tutte le sfumature del rosa e del rosso le Dolomiti, al tramonto e all’alba.
  

Immagini: Archivio Apt Val di Fassa e Archivio Val di Fassa Lift.
 

La cena è a numero chiuso, per un’ottantina di persone (suddivise in un paio di turni: ore 19 e 20.30) dato che (in questo caso) le due cabine della funifor ospitano un massimo di 18 passeggeri comodamente seduti a tavola. Il viaggio comprende anche pause golose, e di raffinato intrattenimento musicale con il pianista Paolo Bernard e il coro «Demò Ousc» nelle stazioni a valle e a monte della funivia: l’inizio è naturalmente nella sala della partenza di Alba, dove gli ospiti sono accolti da gustosi finger food abbinati al meglio delle bollicine di montagna.
 
La bontà non resta però circoscritta alle portate degli «Chef per aria»: il ricavato della serata - il costo di partecipazione è di 100 euro a persona - viene interamente devoluto in beneficenza a enti che operano sul territorio.
È questa una ragione in più, se non bastasse l’eccezionalità di questa cena-evento - promossa dalla società Doleda Impianti Funiviari in collaborazione con Apt Val di Fassa, Trentodoc e altri importanti partner - per prendervi parte (info e prenotazioni: www.fassa.com - tel 0462 609500).



 «Chef per Aria» - Menù 
Antipasti
Selezione di Formaggi Trentini
Salmone marinato, cremoso di capra e grissino al mais
Sandwich Trentino (carne salada e formaggio fresco)
Bignè alla melanzana e menta
Insalata di patate gamberi e acetosella
Radicchio, pere e maialino fumé
Rotolo di ortica, latte di mandorla e peperone
 
Primo
Orzotto mantecato al Buon Enrico, ricotta affumicata, salmerino e tarassaco
 
Secondo
Variazione di Galletto, crudité di rapa e mele, polenta al burro nocciola
 
Dolci
Tartelletta di frutta fresca
Strudel tradizionale
Canederlo di albicocche con spuma al Vino Santo Trentino
Rocher di cioccolato e gianduia
Crema cotta di latte con camomilla e lamponi
Tortino Linz e mousse al mirtillo
Cremoso al caramello, gelée al caffè e crumble affumicato

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone