Home | Economia | Ricerca e innovazione | Il bando «Nuova impresa» 2022 chiude con 91 candidature

Il bando «Nuova impresa» 2022 chiude con 91 candidature

Grande partecipazione di imprenditrici donne e giovani under 35, molte le idee hi-tech. I beneficiari e l’ammontare dei contributi saranno resi noti ad inizio ottobre

image

>
Il bando «Nuova impresa» si conferma una garanzia per i neoimprenditori trentini. La call 2022 si è chiusa infatti lo scorso 28 luglio con 91 domande pervenute.
Tantissimi, ben 72, i giovani e le giovani donne under 35 che hanno richiesto il contributo per l’avvio del proprio business gestito da Trentino Sviluppo per conto della Provincia.
Tra le proposte, spicca l’impiego innovativo della tecnologia per reinterpretare i mestieri tradizionali e renderne i prodotti maggiormente fruibili per i consumatori finali e il territorio.
Nelle prossime settimane si riunirà la Commissione di valutazione. I nomi dei beneficiari saranno pubblicati entro i primi di ottobre.
 
Grande partecipazione al bando «Nuova impresa».
La call – gestita da Trentino Sviluppo per conto della Provincia autonoma di Trento e finalizzata a supportare coloro che vogliono aprire un proprio business nelle fasi iniziali del percorso – si è chiusa giovedì scorso con 91 domande caricate sulla piattaforma on-line.
L’intervento, con un plafond complessivo di 1,4 milioni di euro, favorisce gli acquisti di beni e servizi sul territorio provinciale, creando così ricadute sul territorio e con l’obbligo di partecipare a un percorso di formazione sui temi riguardanti la strategia e innovazione d’impresa, la gestione economica finanziaria dell’impresa, marketing e digital marketing, organizzazione delle risorse umane, economia circolare.
 
L'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto a parziale copertura delle spese di avviamento della nuova impresa. La spesa ammissibile va da 20.000 euro a 100.000 euro.
A seconda del punteggio ottenuto il contributo varia dal 40% al 50% della spesa ammissibile, con un ammontare massimo di contribuzione rispettivamente pari a 40.000 e 50.000 euro.
Tra i partecipanti tantissimi giovani under 35 - trentini, ma anche originari dei territori limitrofi, in particolare del Triveneto - intenzionati ad aprire una sede di lavoro nella nostra provincia.
Nello specifico, hanno fatto domanda 72 giovani under 35, tra cui 41 donne, e 19 donne di età superiore ai 35 anni.
Originali anche le loro idee, che reinventano i mestieri tradizionali attraverso software, app e strumenti tecnologici che puntano a migliorare l’accessibilità e la qualità del servizio per il consumatore finale.
Chiuse le candidature, comincia ora la fase istruttoria che durerà circa 60 giorni. I nomi dei beneficiari saranno dunque resi noti ad inizio ottobre.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande