Home | Economia | Ricerca e innovazione | Il primo cantiere «Lean» nella Val Pusteria

Il primo cantiere «Lean» nella Val Pusteria

L’azienda della Val Pusteria dopo il workshop TIS punta sul Lean Management

image

Anche i cantieri che funzionano bene nascondono potenziali miglioramenti - © Wierer Bau, Chienes.

In Val Pusteria per la prima volta è stato usato il metodo del cosiddetto Lean Management in un cantiere.
Con l'organizzazione «lean» e un coordinamento più snello di tutti i processi si dovrebbero risparmiare tempo e denaro, migliorando al tempo stesso la qualità.
Questo metodo è stato precedentemente affrontato in un workshop del TIS.
L’impresa edile della Val Pusteria Wierer Bau S.p.A. è il primo committente in Alto Adige a utilizzare le soluzioni del Lean Management in un cantiere.
In questo sistema, le procedure del cantiere devono essere analizzate nel loro insieme.
I tempi dei lavori potrebbero essere ridotti potenzialmente fino al 20% e pertanto gli immobili consegnati prima.
Con una migliore collaborazione in fase di costruzione si può avere un risparmio di costi e una diminuzione del rischio di errori in fase di costruzione.
I nuovi appartamenti di Villa Caterina ad Auhofen, vicino a Brunico, dovranno essere costruiti secondo i principi lean.
Il metodo viene già utilizzato da tempo nel settore automobilistico e non solo mira ad aumentare la sicurezza in termini di qualità, costi e tempistiche, ma nel migliore dei casi porta anche a risparmi di tempo e denaro.
«I principi del Lean Management sono semplici e possono quindi essere utilizzati in molti settori, non solo nelle case automobilistiche», afferma Katja Glücker del Cluster Edilizia del TIS innovation park.
Tuttavia le opportunità che offre questo trasferimento di tecnologie solo di recente si sono diffuse anche nei cantieri. L’impresa edile Wierer Bau di Chienes è la prima azienda del settore edile in Alto Adige che ha intrapreso questo percorso di propria iniziativa.
 
Come preparazione la Wierer Bau S.p.A. ha invitato circa 20 aziende partner operanti nel settore edile a un workshop interno organizzato dal TIS.
Sotto la guida della società tedesca DS Consulting i partecipanti al workshop hanno avviato il progetto «Villa Simma» a San Giorgio, nel quale erano tutti coinvolti.
In un’analisi di processo hanno presentato le singole procedure a posteriori, quindi dalla consegna delle chiavi fino alla posa della prima pietra,  analizzandone le interazioni.
Questo metodo di pianificazione semplice, ma insolito per il settore edilizio, permette di distinguere nettamente il rapporto che lega le singole opere e ha permesso di individuare ed esaminare i punti deboli nel processo di costruzione.
Una maggiore intesa e una più stretta collaborazione hanno consentito, in una simulazione, addirittura di dimezzare i tempi di lavoro.
«La collaborazione con il TIS e la DS consulting ha evidenziato un potenziale enorme», spiega Michael Steger della Wierer Bau S.p.A. «Siamo convinti che in futuro potranno essere consegnati appartamenti di alta qualità in tempi ancora più brevi».
Un piano comune con una previsione di quattro settimane con tutte le attività è un altro elemento lean, che è stato testato durante il workshop.
Tutti questi elementi hanno evidenziato ai partecipanti e alla Wierer Bau S.p.A. che anche con processi pianificati in modo verosimilmente ottimale vi è ancora un margine di miglioramento che può essere sfruttato con gli approcci del Lean Management.

Di volta in volta, i singoli processi vengono pianificati nel dettaglio per le successive quattro settimane.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande