Home | Economia | Ricerca e innovazione | Il cervello nella Rete? Se ne parla giovedì 28 maggio alla FBK

Il cervello nella Rete? Se ne parla giovedì 28 maggio alla FBK

La sala Stringa della Fondazione Bruno Kessler ospiterà Angelo Bifone che illustrerà la sfida scientifica per arrivare a comprendere la connettività cerebrale

image

Giovedì 28 maggio, alle ore 14:30, presso la sala Stringa della Fondazione Bruno Kessler di via Sommarive 18 a Povo (Trento), il direttore del CNCS (Centro di ricerca per le neuroscienze e i sistemi cognitivi) dell’Istituto italiano di Tecnologia, Angelo Bifone, illustrerà in un seminario divulgativo la sfida scientifica per arrivare a comprendere la connettività cerebrale.

I più recenti approcci allo studio delle neuroscienze privilegiano la rappresentazione del cervello come una «rete». Cosa succede se ne modifichiamo la struttura?
Se la metafora Internet è uno strumento efficace per descrivere le attività del nostro cervello, la complessità del suo funzionamento porta a identificare più reti: ad esempio una rete strutturale, che codifica le connessioni anatomiche tra le diverse porzioni del cervello, e una rete funzionale che sottende le dinamiche di scambio di informazioni tra le diverse regioni.
Spesso l'alterazione di queste «reti» è alla base di numerose patologie neurodegenerative, oppure di sindromi di origine genetica.
Qual è la relazione fra loro? Una modifica della rete strutturale, come potrebbe accadere in seguito ad un intervento neurochirurgico, compromette anche la rete funzionale? Due reti funzionali simili implicano necessariamente due reti strutturali simili?
Queste sono alcune delle domande oggetto di studio e discussione all'interno della comunità di neuroscienziati e la cui risposta porterà ad una maggiore comprensione dei meccanismi di funzionamento del cervello.
 
Il seminario di Angelo Bifone illustrerà qual è il legame fra questi studi e alcune patologie neurologiche, quali degli interrogativi aperti hanno trovato riscontro e quali hanno ancora una interpretazione controversa.
Bifone spiegherà poi al pubblico in che modo la computer science può contribuire ad interpretare correttamente i dati sperimentali per fare luce sul funzionamento del cervello.
L'importanza della comprensione della struttura sia anatomica che funzionale delle connessioni del cervello è testimoniata anche da una recente iniziativa «ConnectBrain» curata dall'Unità di Neurochirurgia dell'Azienda provinciale per i Servizi sanitari di Trento, che mira a promuovere le nuove tecniche di neuroimaging (utilizzo di tecnologie non invasive di neuroimmagine) per caratterizzare la connettività cerebrale.
 
 La collaborazione FBK- Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova 
Se il cervello può essere esso stesso concepito come una grande e complessa rete di connessioni, anche il suo studio richiede che numerose competenze  siano messe in rete.
È su questa convinzione che la Fondazione Bruno Kessler, attraverso il Laboratorio di Neuroinformatica (NILAb), ha avviato una collaborazione, della durata di cinque anni, con uno dei più prestigiosi centri di ricerca in Italia, l'Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), in particolare con il Laboratorio di Pattern Recognition and Computer Vision (PAVIS) a Genova.
L’obiettivo è di sviluppare metodi e strumenti computazionali per lo studio e l'analisi della connettività cerebrale.
 
More Info.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande