Home | Economia | Ricerca e innovazione | «Simpatico»: il progetto europeo per migliorare i servizi online

«Simpatico»: il progetto europeo per migliorare i servizi online

Il progetto è coordinato dalla Fondazione Bruno Kessler che testa il lavoro con il Comune di Trento quale partner pubblico ideale

Dopo l'approvazione da parte della Commissione Europea, parte ufficialmente il progetto di ricerca Simpatico (SIMplifying the interaction with Public Administration).
Il progetto, che è coordinato dalla Fondazione Bruno Kessler, e che vede il Comune di Trento come protagonista quale partner pubblico per testare il lavoro di ricerca, inizia domani e dopodomani con una due giorni di studio e programmazione nella sede di Povo della Fondazione.
Oltre a Trento, partecipano come sperimentatori la città di Sheffield (UK) e la regione della Galicia (Spagna).
Oltre alle pubbliche amministrazioni e alla Fondazione, il progetto prevede la partecipazione di importanti centri di ricerca e aziende in Italia, Spagna e Regno Unito.
Il progetto, di durata triennale, ha ricevuto un finanziamento della Commissione Europea di 3.600.000 euro, di cui oltre 850mila euro destinati ai partner trentini.
 
Simpatico si occupa di servizi on-line per i cittadini, in particolare di come renderli più facilmente fruibili, eliminando importanti barriere che ad oggi limitano l’adozione di questi servizi.
Dal punto di vista della ricerca, il progetto utilizzerà tecniche avanzate per la comprensione del linguaggio naturale, le stesse che sono già utilizzate per la traduzione automatica ad esempio dall'inglese all'italiano: in questo caso, l'obiettivo è rendere più semplice il linguaggio con cui sono presentati al cittadino i servizi on-line, personalizzandolo alle specifiche caratteristiche del singolo cittadino.
Il progetto vuole inoltre realizzare «Citizenpedia», una nuova risorsa digitale pubblica, ispirata alla famosa enciclopedia on-line Wikipedia, che intende raccogliere e diffondere la conoscenza e l'esperienza di tutta la comunità di utenti, amministrazioni e professionisti relativamente servizi on-line.
Mentre il ruolo di Fbk è quello di investigare nuove metodologie nel campo del linguaggio naturale e nuove soluzioni tecnologiche per la realizzazione di servizi informatici innovativi, il ruolo del Comune di Trento è di fornire i requisiti di base e di sperimentare le proposte che verranno realizzate.
Per la Fondazione Simpatico si inserisce in una visione strategica più ampia, che ha l'obiettivo di tradurre i risultati della ricerca in innovazioni che sappiano creare valore per le amministrazioni e i cittadini, a partire da Trento e dal Trentino.
 
Il laboratorio di Smart Community della Fondazione, responsabile del progetto, sta lavorando per declinare questa strategia ed ha portato in Trentino negli ultimi anni oltre 2.500.000 di finanziamenti europei investiti in progetti congiunti con gli enti locali, contribuendo a rendere Trento e Trentino in modello italiano e internazionale di territorio «smart».
Anche per l’Amministrazione Simpatico rientra nella strategia di smart government e si inserisce all’interno di un preciso piano di informatizzazione come logica evoluzione di un altro progetto del Comune, anch'esso in fase di avvio in queste settimane questa volta in sinergia con il Consorzio dei Comuni Trentini, per l’implementazione di uno sportello on line dedicato a cittadini e professionisti che permetterà, fin dai prossimi mesi, di utilizzare un canale nuovo, il web, per dialogare con il Comune.
In particolare lo sportello consentirà di presentare un'istanza di procedimento via web, di controllarne l'andamento e di interagire con il Comune in tutte le sue fasi fino alla ricezione dell'esito; il tutto senza la necessità di raggiungere fisicamente un ufficio comunale.
Prendendo questo secondo progetto come punto di partenza, a livello di territorio c'è la volontà di creare un modello replicabile e scalabile su tutti gli altri enti locali trentini, che potrà essere inoltre valorizzato dai risultati della ricerca e del progetto Simpatico in particolare, per rendere il rapporto tra cittadini e amministrazione sempre più facile e proficuo.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande