Home | Esteri | Conclusa la visita, il governo serbo invita il Trentino

Conclusa la visita, il governo serbo invita il Trentino

Incontro con il governatore Rossi a fine visita della ministra alle politiche per la famiglia Slavica Đukić Dejanović


 
Si è conclusa oggi pomeriggio con l'invito ufficiale del premier e del governo della Repubblica di Serbia alla Provincia autonoma di Trento per una visita in Serbia il tour trentino della ministra alle politiche per la famiglia Slavica Đukić Dejanović, impegnata in questi giorni in una serie di incontri a vario livello con realtà istituzionali, sociali ed economiche locali resi possibili dalla collaborazione tra il Servizio Attività internazionali della Provincia e l'Associazione Trentino con i Balcani.
L'invito è stato rivolto dalla ministra Dejanović al governatore Ugo Rossi nel corso di un colloquio nel palazzo sede della Provincia.
Precedentemente la stessa esponente del governo serbo, che ieri aveva incontrato l'assessora Sara Ferrari, si era confrontata anche con l'assessore Mauro Gilmozzi.
La ministra Dejanović, che è una psichiatra, ha confermato al presidente Rossi di essere particolarmente interessata alle politiche in materia di psichiatria promosse in Trentino: «Il vostro modello – ha affermato – è già oggetto di studio e formazione da parte dei nostri studenti.»
 
Già nel 2015 l’onorevole Dejanović, allora presidente della Commissione Parlamentare Salute della Serbia, era stata ospite delle istituzioni trentine, all’interno del progetto «Mental Health ParTN&RS», con la collaborazione, tra gli altri, dell’Associazione Trentino con i Balcani Onlus e dell'Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari.
La Repubblica di Serbia sta infatti portando avanti una riforma dei servizi di salute mentale che porterà alla progressiva chiusura delle istituzioni manicomiali, un percorso che si avvale anche degli esiti di alcune buone pratiche portate avanti nel contesto psichiatrico locale ma soprattutto dei risultati del progetto pilota sostenuto in Serbia dal Tavolo Trentino-Balcani sul quale l'Ocse Trento ha redatto uno specifico report che è stato presentato ieri alla ministra Dejanović.
 
La ministra in occasione del cordiale incontro con il presidente Rossi ha evidenziato come la conoscenza e fiducia reciproca acquisita attraverso i progetti di cooperazione internazionale possa ora costituire una importante base per lo sviluppo dei rapporti economici, specie nei maggiori ambiti di vocazione del Trentino quali quello ambientale e dell'agroalimentare nonché della meccanica.
E in questa prospettiva la ministra ha rivolto l'invito ufficiale del premier serbo alla Provincia autonoma di Trento.
«Per noi è un onore – ha affermato il governatore Rossi, ringraziando per l'invito ad una visita in Serbia di una delegazione trentina che veda anche la presenza di imprenditori locali interessati – scoprire che su taluni temi quali la salute e le politiche familiari vi sia questa attenzione, è anche un modo per verificare dal confronto con altre realtà se siamo sulla strada giusta.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni