Home | Esteri | Afghanistan | Passo avanti nell’Afghanistan italiano: 116 insorti cedono le armi

Passo avanti nell’Afghanistan italiano: 116 insorti cedono le armi

Il risultato segue l'estensione della «bolla di sicurezza» a Bala Murgab Dallo scorso novembre salgono così a 490 gli integrati volontari

image

Sono 116 gli insorti, attivi nella provincia di Badghis nel nord dell'area sotto la responsabilità del Comando Regione Ovest a guida italiana, che hanno rinunciato alla violenza aderendo al programma di pace e reintegrazione istituito dal Governo Afghano.

L'evento è accaduto negli uffici del Direttorato Nazionale della Sicurezza (NDS) della città di Qala-e-Naw. Numerose autorità locali, tra le quali il dott. Delbar Jan Arman, governatore della provincia di Badghis, hanno presenziato alla cerimonia.
Gli insorti si sono presentati in due gruppi numerosi, depositando le loro armi su alcuni tavoli preparati per l'occasione.

«Tutti voi siete i benvenuti nell'intraprendere il sentiero che conduce alla pace abbandonando la violenza, - ha affermato il dott. Armand. - La violenza è contro lo sviluppo e la prosperità del nostro paese e della nostra gente.»

Più di 490 insorti hanno aderito al programma di pace e reintegrazione dal Novembre scorso rendendo la provincia di Badghis, nell'area ovest dell'Afghanistan un punto di riferimento per tutto il paese.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni