Home | Esteri | Euregio | I giovani Schützen del Welschtirol sui temi dell'Euregio

I giovani Schützen del Welschtirol sui temi dell'Euregio

Il presidente Fugatti ha incontrato i rappresentanti della Federazione a Casa Moggioli formulando idee e proposte

image

>
Lo scorso lunedì a Casa Moggioli, sede dell'Euregio a Trento, il presidente della Provincia autonoma Maurizio Fugatti e il presidente del Consiglio provinciale Walter Kaswalder, assieme alle rappresentanti dell'Euregio - il segretario generale Marilena Defrancesco e la vicesegretaria generale Elisa Bertò - con il direttore generale della Fondazione Museo storico del Trentino Giuseppe Ferrandi, hanno incontrato la Federazione Schützen del Welschtirol.
Presenti il Landeskommandant Enzo Cestari e i rappresentanti del gruppo di lavoro «Nuove idee per il futuro».
Al centro dell’incontro, aperto al pubblico, un confronto sui punti contenuti nel documento «Euregio - Prospettive presenti, passate e future - proposte e spunti», elaborato appunto dal gruppo di giovani presenti e consegnato al presidente Fugatti.
 
I temi centrali del documento si sono trasformati in domande mirate, che hanno potuto avere una verifica diretta circa la concreta possibilità di realizzazione da parte del presidente dell'Euregio.
«I giovani hanno posto l'accento su aspetti culturali, sulle attività nelle scuole, sulla possibilità di incrementare le proposte in tema di mobilità.
«Nel corso dell'incontro si è parlato di Europa delle regioni, di turismo, di sanità transfrontaliera e di presenza nei comuni di materiale informativo: tutti temi che sono già nell'agenda euroregionale e sui quali il programma della presidenza trentina si è fortemente concentrato, ma che devono naturalmente essere portati avanti e incrementati, perché basilari per il futuro dell'Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino», – ha sottolineato il presidente Fugatti.
 

 
 Questi, nel dettaglio, i temi emersi dall'incontro  
Possibilità di un marchio territoriale Euregio
Nel corso del 2021 è stato istituito Euregio Connect, un Gruppo europeo di cooperazione territoriale specifico, con l’obiettivo di rafforzare la collaborazione tra i tre territori nell’ambito del turismo, dello sport e della promozione dei prodotti del territorio.
La cooperazione dei suoi tre membri (Trentino Marketing, IDM Alto Adige e Tirol Werbung del Tirolo) pone le basi per la realizzazione di progetti di successo, come ad esempio l’annuale corsa ciclistica «Tour of the Alps», una prima grande iniziativa comune che si svolge dal 2017.
Un progetto a lungo termine per la promozione dei prodotti regionali è uno degli obiettivi che Euregio Connect si propone di realizzare in tempi brevi. Il GECT Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino sostiene e collabora con i colleghi di Euregio Connect per la messa a terra di progetti in questo ambito.
 
Coinvolgimento dei Comuni per i rapporti con l'Euroregione
L’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino intende puntare a una maggiore partecipazione democratica anche grazie alla recente riforma della propria Convenzione e del proprio Statuto.
Secondo l’articolo 6, infatti, la Giunta del GECT è infatti supportata da un Consiglio dei Comuni, che riveste una funzione consultiva.
Nel corso della Giornata dei Comuni dell'Euregio del 30 settembre 2021 a Hall in Tirol si è costituito il Consiglio dei Comuni dell'Euregio e martedì 31 maggio 2022 a Trento, ha avuto luogo la prima seduta, nel corso della quale è stato eletto il primo presidente del Consiglio dei Comuni: Paride Gianmoena, sindaco di Ville di Fiemme che guida il Consorzio dei Comuni Trentini, affiancato, nel ruolo di vicepresidente, da Michela Noletti, sindaco di Rumo.
I primi ambiti di cooperazione del Consiglio dei Comuni dell’Euregio riguardano l’uso pubblico dell’acqua, la gestione cooperativa di funzioni, servizi, compiti e attività dei piccoli Comuni e dell’utilizzo delle risorse boschive.
 
Pass unico per la mobilità nell'Euregio
Per favorire la mobilità tra i suoi territori, l'Euregio introduce gradualmente dei biglietti speciali per le sue cittadine e i suoi cittadini.
Al momento sono disponibili il Biglietto Euregio2Plus (con 39 euro possono viaggiare due adulti e fino a 3 bambini, utilizzabile su tutti i mezzi di trasporto locale in tutta l’Euregio) e l'Euregio Ticket Students (un abbonamento annuale per studenti di età inferiore ai 28 anni iscritti a un'università o a un'istituzione educativa equivalente nell'Euregio, al costo annuale di 320 euro).
Da ricordare poi l’EuregioFamilyPass, una carta per le famiglie che offre numerosi vantaggi in tutti e tre i territori.
Due volte all’anno viene organizzata la giornata della mobilità, che consente ai possessori dell'EuregioFamilyPass di esplorare l'intera regione europea gratuitamente, da Kufstein fino a Borghetto, in treno, autobus e persino in alcune tratte in funivia.
Altri progetti riguardano il monitoraggio sul traffico e sull'ambiente (iMONITRAF! e Info Mobilità).  Anche sul fronte delle previsioni meteorologiche si è lavorato con il progetto TINIA.
 
Emergenze internazionali
In occasione della riunione del 4 febbraio 2022, la Giunta dell’Euregio ha approvato l'avvio ad un approfondimento della collaborazione in ambito sanitario, ipotizzando di potere realizzare una giunta specializzata.
Recentemente le due Province autonome di Bolzano e di Trento hanno siglato un accordo, ratificato con delibera delle rispettive Giunte, che sancisce l’avvio di una importante collaborazione in materia sanitaria su alcuni ambiti di reciproco interesse, che si pensa possa essere esteso anche al Tirolo.
Il Covid ha mostrato come sia stato fondamentale collaborare tra territori, per questo motivo durante il forum di Alpbach è stata rivolta molta attenzione a bambini e adolescenti - la fascia di età che maggiormente ha subito le conseguenze della pandemia.
 
Ruolo della Scuola
L’Euregio incontra la scuola, proponendo presentazioni interattive per alunni e studenti. La presentazione dell'Euregio viene offerta gratuitamente alle classi delle scuole secondarie di primo grado e alle quarte e quinte classi delle scuole primarie, che possono iscriversi tramite uno specifico modulo online.
La presentazione – su richiesta – può essere fornita non solo in lingua italiana, ma anche in lingua tedesca o in modalità bilingue, considerate le diverse esperienze e provenienze del personale Euregio.
Per l’anno scolastico in corso sono programmati attualmente 15 appuntamenti in 7 diverse scuole (Lavis, Levico, Roncegno, Telve Valsugana, Castelfondo, Calceranica e Predazzo).
Il progetto «Euregio fa scuola», avviato durante la presidenza tirolese e ora fruibile su tutto il territorio dell'Euregio, offre un percorso di apprendimento strutturato in 10 moduli tematici interattivi (ad esempio su storia, geografia, musica, cultura e lingue).
A fine percorso, gli alunni possono partecipare ad un concorso.
L’edizione 2021-2022 ha visto una buona partecipazione di classi dei 3 territori, sia della scuola primaria che delle superiori di primo grado.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande