Home | Esteri | Euregio | Forum Alpbach: Kompatscher esorta a cercare vie di cooperazione

Forum Alpbach: Kompatscher esorta a cercare vie di cooperazione

«Grazie a vie di cooperazione possiamo trovare soluzioni intelligenti per il futuro»

Sono circa 6mila i partecipanti al Forum di Alpbach 2017 che si è aperto stamattina in Tirolo con gli interventi del presidente della Provincia Arno Kompatscher e i suoi colloeghi Günther Platter (Tirolo) e Ugo Rossi (Trentino) davanti a rappresentanti dei vari settori dell'Euregio.
Il Forum di Alpbach quest'anno affronta i temi del conflitto e della cooperazione, «e per evitare grandi conflitti come quelli segnati in passato dalle guerre, dobbiamo intraprendere assieme nuove vie della cooperazione, sia sul piano economico e politico che nella vita culturale, sociale e comunitaria», – ha detto Kompascher.
La sfida principale, ha continuato il Presidente, è data dai flussi migratori, che necessita di una risposta congiunta e per la quale bisogna intervenire in primis sulle cause scatenanti.
Le Giornate del Tirolo in programma in questo fine settimana ad Alpbach hanno affrontato gli aspetti della mobilità sostenibile nelle regioni alpine, «perché la libera circolazione di persone e beni ha portato progresso, crescita e benessere ma anche criticità, che richiedono di individuare soluzioni intelligenti in grado di garantire un bilanciamento di tutti gli interessi in gioco», – ha aggiunto Kompatscher.
 
Il governatore tirolese Platter ha ribadito la necessità della collaborazione tra Regioni, consapevoli che le relazioni non sono mai prive di conflitti.
«Proprio grazie alla buona cooperazione si è riusciti ad evitare il caos alla frontiera del Brennero nella questione dei profughi», – ha detto.
Platter ha ricordato che il traffico di transito in Tirolo, Alto Adige e Trentino ha raggiunto la sua capacità massima, con circa 2,1 milioni di mezzi pesanti all'anno che valicano il Brennero.
E in tema di cooperazione futura, Platter ha citato come possibile esempio lo svolgimento dei Giochi olimpici invernali.
Il presidente Rossi ha definito la collaborazione importante per lo sviluppo delle aree regionali e l'incremento della qualità della vita.
«Nella cornice dell'Euregio dobbiamo dimostrare responsabilità attraverso la cooperazione, dotarci di regole comuni ed evitare in Europa gli errori del passato. Come esempio positivo ha citato la cooperazione dei giovani ricercatori di Alto Adige, Trentino e Tirolo.

Ai concetti di tolleranza e di segnali chiari per una società aperta lanciati dal Forum di Alpbach si è richiamato il suo presidente Franz Fischer.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni