Home | Esteri | Terrorismo internazionale | Sulle Olimpiadi di Rio l’ombra del terrorismo islamico

Sulle Olimpiadi di Rio l’ombra del terrorismo islamico

Una decina di brasiliani arrestati perché volevano colpire i giochi nel nome di Allah

Una decina di brasiliani sono stati arrestati dalla polizia federale brasiliana perché sospettati di voler mettere in atto attentati di matrice islamica in occasione dei giochi olimpici.
Anche se si tratta di giovani sparsi un po’ in tutto il paese, sarebbero mossi dall’obbiettivo comune di compiere attentati come quelli che abbiamo visto in Francia e negli USA. E non si tratterebbe di lupi solitari ma di veri e propri banditi organizzati.
Secondo la polizia sarebbero stati reclutati dall’ISIS tramite internet. La rete è il mezzo più utilizzato dai jihadisti per comunicare, ma anche quello che consente alle forze dell’Ordine di tener sotto controllo eventuali frange criminali di matrice islamica.
Ovviamente ci si attendeva che un palcoscenico come quello delle Olimpiadi attirasse gli esaltati islamici come il miele con le mosche.
Per ora la soglia di attenzione ha ripagato le autorità, ma le attività di intelligence vanno aumentate in tutto il mondo, perché gli atleti vengono da tutte le parti del mondo. La sola Italia ne invia 297.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni