Home | Festival Economia | 2010 | L'arte come pratica informativa per leggere il presente

L'arte come pratica informativa per leggere il presente

L'espressione artistica che si concretizza nelle forme degli oggetti riciclati

image



In occasione della quinta edizione del Festival dell'Economia l'ASPART, associazione dei galleristi del Trentino, organizza una mostra allestita nelle sale di Palazzo Trentini. In questo ambito, venerdì 4, il laboratorio creativo di Enrica Borghi.

L'esposizione "La pratica informativa dell'arte", che si può visitare in tutte le giornate dal Festival dalle 10 alle 18, raccoglie opere di artisti che a partire dall'inizio del Novecento usano particolari della quotidianità come documenti di informazione, di opinione e quindi anche di scelte materiali, in particolare oggetti "riciclati", per esprimere la frammentarietà del XX secolo.

A partire dall'uso del collage, teorizzato dalle avanguardie storiche di primo Novecento, il modello rinascimentale del quadro finestra sul mondo, che riflette un principio di armonia tra uomo e natura, è definitivamente rotto per comunicare una tensione al frammento e al non definito, emanazione della realtà circostante.

Gli artisti in diversa misura si cimentano sui materiali per trasformarli in pertinenze o in tracce di memoria e di pensiero, riflessione anche simbolica di scelte e di opinioni per la rappresentazione del proprio tempo.

La mostra organizzata dall'ASPART vede la partecipazione di sei espositori trentini: la Galleria d'arte Argo , con le opere di Simona Cesari; Buonanno Arte Contemporanea, con quelle di Davide Nido, Paolo Maria Deanesi Gallery , Igor Eskinja, Robert Gschwantner. Studio d'Arte Raffaelli che espone Enrica Borghi, Mimmo Rotella, Transarte , Giacomo Balla, Carlo Belli, Fortunato Depero, Daniel Spoerri. Von Morenberg Casa d'Aste con gli artisti César, Meschac Gaba, Raymond Hains, Aldo Mondino e Dmitri Prigov.

In questo contesto si inserisce il laboratorio creativo con Enrica Borghi "Recycling plastica project" previsto per la giornata di venerdì 4 giugno dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 17.

Enrica Borghi insegnerà alcuni metodi per trasformare materiale di scarto in oggetti che possono regalare nuove emozioni. Così, ad esempio, anche le bottiglie di plastica possono essere trasformanti in sofisticati gioielli e in oggetti di fashion design.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande