Home | Golf | Campionati golf 2019 | Golf – Fedex Cup: nel Northern Trust, attacca D. Johnson

Golf – Fedex Cup: nel Northern Trust, attacca D. Johnson

Francesco Molinari 66°, Tiger Woods si è ritirato per motivi di salute

Dustin Johnson, numero due mondiale, è il nuovo leader con 130 (63-67, -12) colpi del Northern Trust, che si sta svolgendo sul percorso del Liberty National GC (par 71), a Jersey City nel New Jersey, dove Francesco Molinari è 66° con 141 (69-72, -1) e dove Tiger Woods è stato costretto al ritiro per problemi fisici.
Nel primo dei tre tornei conclusivi della stagione del PGA Tour che portano all’assegnazione dei 15 milioni di dollari al vincitore della FedEx Cup, Johnson, settimo nella classifica a punti FedEx, ha lasciato a un colpo Jordan Spieth (131, -11), rinvenuto con un 64 (-7), e a due Jon Rahm, Patrick Reed, Abraham Ancer e Troy Merritt, in vetta dopo un turno.
 
Al settimo posto con 133 (-9) Rory McIlroy (2° FC), Justin Rose, campione in carica FedEx, Wyndham Clark, Louis Oosthuizen e Andrew Putnam, l’altro autore di un 64 miglior score di giornata. Al 15° con 135 (-7) Justin Thomas, al 20° con 136 (-6) Bryson DeChambeau, che difende il titolo Northern, e ha recuperato 18 posizioni Brooks Koepka, leader del World Ranking e della FedEx Cup, 47° con 139 (-3).
Sono usciti al taglio, caduto a 141, Matt Kuchar (3° FC), Xander Schauffele (4°FC), 86.i con 142 (par), e Sergio Garcia, 112° con 146 (+4), che in tal modo molto probabilmente non proseguirà il cammino verso il jackpot.
 
Al torneo sono stati ammessi i primi 125 (121 in gara) della classifica a punti FedEx, che si ridurranno a 70 nel prossimo evento (BMW Championship, 15-18 agosto) e a trenta nell’ultimo (Tour Championship, 22-25 agosto).
Con la graduatoria attuale salirebbe al primo posto FedEx Dustin Johnson, seguito da Koepka e da McIlroy con Molinari da 25° a 35° e con Woods da 28° a 37°.
 
Dustin Johnson ha preso la leadership con cinque birdie e un bogey per il 67 (-4), mentre Francesco Molinari è stato piuttosto altalenante.
Nelle prime nove buche ha segnato un bogey e un birdie, poi dalla 11 alla 14 è andato con la sequenza bogey-birdie-birdie-bogey e infine ha perso un colpo con il quarto bogey alla buca 18 (72, +1).
 
 Il ritiro di Woods 
Tiger Woods, dopo un primo giro concluso al 116° posto (75, +4), è stato costretto a fermarsi a causa di una leggera tensione obliqua, dopo aver sofferto di rigidità nel corso della pro am del mercoledì.
«Sono obbligato al ritiro – ha detto – poiché non sono riuscito a trarre giovamento dal trattamento fatto prima della partenza.»
Poi ha aperto una possibilità per la prossima gara.
«Ringrazio tutti coloro che mi hanno dato supporto e rimango fiducioso di poter competere nel prossimo BMW Championship.»
 
Il montepremi è di 9.250.000 dollari.
Il torneo è su GOLFTV.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni