Home | Golf | Campionati Golf 2020 | Golf – Dominio spagnolo nel primo giro, 42.i Paratore e Scalise

Golf – Dominio spagnolo nel primo giro, 42.i Paratore e Scalise

Nell’Hero Open in vetta Sebastian Garcia Rodriguez, a due colpi Jimenez e Larrazabal

Dominio spagnolo nella prima giornata dell’Hero Open, il secondo dei sei tornei denominati «UK Swing» con cui l’European Tour ha ripreso il suo cammino dopo lo stop per la pandemia.
Sul percorso del Forest of Arden Marriott H&CC (par 72), a Birmingham in Inghilterra, è infatti al comando con 62 (-10) colpi Sebastian Garcia Rodriguez seguito con 64 (-8) da Pablo Larrabazal e da Miguel Angel Jimenez, 56enne di Malaga, 21 titoli sul tour dei quali 14 ottenuti dopo i 40 anni, che ha festeggiato in questo modo la sua 707ª presenza sul circuito, nuovo record dopo le 706 partecipazioni dello scozzese Sam Torrance.

Hanno iniziato a metà classifica Renato Paratore e Lorenzo Scalise, 42.i con 70 (-2), insieme al rientrante danese Thorbjorn Olesen, mentre sono oltre Guido Migliozzi, 105° con 74 (+2), Andrea Pavan, 122° con 76 (+4), ed Edoardo Molinari, 130° con 79 (+7).
Il trio spagnolo è seguito dal gallese Oliver Farr, quarto con 65 (-7), dal danese Rasmus Hojgaard, dall’inglese Ashley Chesters e dal sudafricano Justin Walters, quinti con 66 (-6).
Tra gli undici concorrenti in ottava posizione con 67 (-5), il belga Thomas Detry, i francesi Joel Stalter e Alexander Levy e il finlandese Mikko Korhonen.
Non è andata bene al 45enne scozzese David Drysdale, 89° con 73 (+1). che sta disputando il 500° torneo sul tour., 43° giocatore a tagliare tale traguardo.
 
Sebastian Garcia Rodriguez, cugino di Sergio Garcia, 31enne di Madrid, in cerca del primo successo e che si è messo in evidenza lo scorso anno nell’Alps Tour con due vittorie entrambe in Italia (Abruzzo Open e Memorial G. Bordoni), ha realizzato due eagle, otto birdie e due bogey, mentre Miguel Angel Jimenez ha infilato otto birdie senza bogey esprimendo un ottimo gioco a dimostrazione di essere, malgrado l’età, ancora altamente competitivo.
Per Pablo Larrazabal nove birdie e un bogey.
 
È andato in altalena Renato Paratore che ha iniziato con due birdie sulle prime cinque buche, ma ha avuto difficoltà tra la nona e la 16ª in cui ha incrociato quattro bogey contro due birdie, poi è tornato sotto par con un eagle alla 17ª (par 5).
Più lineare Lorenzo Scalise con quattro birdie e due bogey.

Si gioca a porte chiuse con i giocatori e tutti gli altri addetti ai lavori sottoposti ai test per il Covid-19 dagli specialisti della Cignpost e nel pieno rispetto delle distanze sociali e delle rigide norme di sicurezza dettate dalla Health Strategy.
Il torneo è su GOLFTV.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni