Home | Golf | Campionati Golf 2020 | Golf – Garcia Rodriguez raggiunto da Horsfield, 35° Paratore

Golf – Garcia Rodriguez raggiunto da Horsfield, 35° Paratore

Nell’Hero Open al terzo posto il belga Detry, out al taglio gli altri azzurri

Lo spagnolo Sebastian Garcia Rodriguez ha mantenuto il comando con 131 (62-69, -13) colpi ma è stato raggiunto dall’inglese Sam Horsfield (131 – 68-63) in vetta alla classifica dell’Hero Open, il secondo dei sei tornei denominati «UK Swing» con cui l’European Tour è ripartito dopo la sospensione per l’emergenza sanitaria.
Sul percorso del Forest of Arden Marriott H&CC (par 72), a Birmingham in Inghilterra, dove è rimasto a metà classifica Renato Paratore, 35° con 140 (70 70, -4), i due leader precedono il belga Thomas Detry (134, -10), lo svedese Alexander Bjork e il francese Antoine Rozner (135, -9).
Ha tenuto l’altro iberico Miguel Angel Jimenez, sesto con 136 (-8). Il 56enne di Malaga, 21 titoli sul tour dei quali 14 ottenuti dopo i 40 anni, sta festeggiato nel migliore dei modi la sua 707ª presenza sul circuito, nuovo record dopo le 706 partecipazioni dello scozzese Sam Torrance.
Stesso score per i transalpini Alexander Levy e Matthieu Pavon, per il finlandese Mikko Korhonen e per il gallese Oliver Farr.
È scivolato dal secondo al 26° posto con 139 (-5) lo spagnolo Pablo Larrazabal.
 
Sam Horsfield, 23enne di Manchester, tifoso dello United e senza titoli sul circuito, ha realizzato un 63 (-9), miglior punteggio del turno, con un eagle e sette birdie.
Sebastian Garcia Rodriguez, cugino di Sergio Garcia, 31enne di Madrid, in cerca del primo successo e che si è messo in evidenza lo scorso anno nell’Alps Tour con due vittorie entrambe in Italia (Abruzzo Open e Memorial G. Bordoni), ha notevolmente rallentato con un parziale di 69 (-3), prodotto di cinque birdie e di due bogey, ma è bastato per evitare il sorpasso.
 
Renato Paratore, come nel primo giro, ha avuto un cammino altalenante che ha prodotto il secondo 70 (-2) consecutivo.
Partito dalla buca 10, ha iniziato e concluso il giro con due bogey di fila e in mezzo ha messo sei birdie.
Non hanno superato il taglio, caduto a 142 (-2). gli altri quattro azzurri in gara: Guido Migliozzi, 72° con 143 (74-69, -1), Lorenzo Scalise, 79° con 144 (70-74, par), Edoardo Molinari, 121° con 150 (79-71, +6) e Andrea Pavan, 129° con 158 (76-82, +14).
Stessa sorte per lo scozzese David Drysdale, medesimo score di Migliozzi,. che sicuramente si attendeva qualcosa di più dal suo 500° torneo sul tour., 43° giocatore a tagliare tale traguardo.
Fuori anche il danese Thorbjorn Olesen, 114° con 148 (+4), che rientrava dopo la sospensione revocata dall’European Tour.
 
Si gioca a porte chiuse con i giocatori e tutti gli altri addetti ai lavori sottoposti ai test per il Covid-19 dagli specialisti della Cignpost e nel pieno rispetto delle distanze sociali e delle rigide norme di sicurezza dettate dalla Health Strategy.
Il montepremi è di un milione di euro.
Il torneo è su GOLFTV.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni