Home | Golf | Golfando con Golser | In viaggio con Lorenzo Golser: «Capodanno golf tour Agadir»

In viaggio con Lorenzo Golser: «Capodanno golf tour Agadir»

Nei campi di Tezegzout, Le Dunes e Golf Soleil: tanto sole, poche nuvole e... 27 gradi

image

>
Siamo partiti per il prossimo golf tour di Capodanno e questa volta la nostra destinazione è stata Agadir in Marocco.
Volevamo essere sicuri di trovare bel tempo e temperature primaverili oltre ad una buona offerta di campi da golf. E abbiamo fatto centro.
Ad Agadir c’era sicuramente tutto questo: sole, caldo e numerosi campi da golf di ottimo livello.
 

 
Il volo purtroppo non era diretto ma via Casablanca, con la compagnia di bandiera Royal Air Maroc.
Si vola sia da Milano che da Bologna con uno scalo di circa 1 ora.
Il nostro hotel di riferimento è il Teghazout Place a circa 15 km da Agadir. L’hotel è un bellissimo 5 stelle della catena Hyatt ed è inserito in un nuovo progetto residenziale della zona.
Bellissima la vista dall’alto sia sull’oceano che, direttamente, sul campo da golf.
Camere stupende e molto grandi. Consigliamo la vista oceano anche se richiede un piccolo supplemento.
 

 
Il campo del Tezegzout è sicuramente uno dei più bei campi del Marocco, con panorami mozzafiato, green velocissimi e fairway molto compatti che regalano diversi metri ai nostri driver.
Vietato però sbagliare le pista, pena la perdita molto facile della pallina nel rough.
Consigliato il car.
Stupenda la Club House e le strutture di pratica.
 

 
Siamo andati a giocare anche in altri due campi, il Golf Le Dunes e il Golf Soleil.
Sono campi immersi in una vegetazione lussureggiante, con diversi ostacoli d’acqua, ma sicuramente più abbordabili dagli handicap più alti.
Quasi d’obbligo il caddy locale, che oltre a portare la sacca fornisce consigli utili sulle distanze e sulle pendenze dei green. E, cosa non da poco, vi trova le palline…
 

 
Tra una giocata e l’altra ci siamo dedicati una giornata di riposo e ne abbiamo approfittato per una piccola gita turistica.
Abbiamo visitato la Kasba che sovrasta la città, alcuni quartieri, la cooperativa del magico olio d’Argan e infine una visita alla marina.
L’ultimo giorno lo abbiamo dedicato alla gara, che abbiamo deciso di giocare nella formula «quattro palle la migliore» a due giocatori.

 Questi i risultati 
Gara finale trofeo Tezegzout 4 palle
1ª pt 41 Privacy/ Lucia De Cesco
2ª pt 38 Stefano Fioriatti/ Paola Longhi
3ª pt 37 Orlando Grondona/ Arnaldo  Carioni
4ª pt 35 Pino Postai/Barbara Gianordoli
5ª pt 34 Marco Poggi/ Luciana Carli
 

 
La settimana è volata... Solo note positive per Agadir come meta turistica golfistica invernale con temperature che hanno raggiunto anche i 27 gradi C.
Tanto sole e poche nuvole, un bellissimo hotel ed una bella compagnia.
Siamo già pronti però per il prossimo viaggio, infatti dal 20 al 27 gennaio saremo a Rabat, la capitale del Marocco per un altro bellissimo golf tour.
A presto.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni