Home | Interno | La concessione dell’Autobrennero come il Gioco dell’Oca

La concessione dell’Autobrennero come il Gioco dell’Oca

A sei anni dalla scadenza si riparte da capo: va deciso se i privati debbano essere estromessi o se andare alla gara

Il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri Riccardo Fraccaro ha comunicato che il Consiglio dei Ministri ha approvato la norma sul riscatto delle azioni dell’A22, l’Autostrada del Brennero.
Secondo Fraccaro, la norma dovrebbe accelerare il passaggio delle quote ai soci pubblici, anche se la parola «accelerare» non sembra adeguata a questa situazione: la concessione dell’A22 è scaduta nel 2014.

Fin dall’inizio si era parlato di rendere totalmente pubblica la compagine societaria, anche se per soci privati si indicavano pure le Camere di Commercio che, a quanto pare, a volte sono considerate private e a volte pubbliche.
I soci pubblici avevano costituito la nuova società entro la scadenza, ma evidentemente non era servita a nulla.

L’onorevole Danilo Toninelli, Ministro delle infrastrutture e dei trasporti nel Governo Conte dal 1º giugno 2018 al 5 settembre 2019, si era ricoperto di gaffe, senza mai giungere a proposte di fattibilità, minacciando querele ai giornali che calcavano troppo la mano contro di lui.
Una volta aveva intimato all’Autobrennero di versare nelle casse dello Stato tutti gli introiti della società post concessione in prorogatio.


Poi arriviamo a oggi, dove si torna ancora a pensare se riscattare le quote dei privati o andare al concorso pubblico.
Sembra di fare il Gioco dell’Oca. Forse la gente non se lo ricorda, ma si giocava coi dadi per arrivare a fare il giro del mondo in 900 caselle, con un sacco di trappole. Una era quella di arrivare vicino al traguardo e centrare i dadi che ti rimandavano alla casella di partenza.
Ecco, sembra che sia andata proprio così.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni