Home | Interno | Abbonamento Sky: la guida chiara ed esauriente alla disdetta

Abbonamento Sky: la guida chiara ed esauriente alla disdetta

I passi da seguire sono molteplici ed è importante osservarli correttamente in modo da non rischiare il pagamento di penali

Spesso, a fine anno, si tende a valutare la propria soddisfazione sui servizi dei quali si è usufruito nel corso dell’anno. I motivi possono essere diversi, tra cui la volontà di eliminare le spese superflue in un momento difficile, dal punto di vista economico, come quello attuale.
Se un servizio non rientra più tra quelli utili, significa che è giunto il momento di disdire la propria iscrizione. Tra questi, potrebbe rientrare, ad esempio, l’abbonamento alla pay tv di Sky.
Addentrarsi nel mondo delle disdette non è, però, così facile come può sembrare. I passi da seguire sono molteplici ed è importante osservarli correttamente in modo da non rischiare il pagamento di penali.
 
A questo proposito, vediamo come effettuare la disdetta dall’abbonamento seguendo la guida esauriente e completa che Ufficio Postale mette a disposizione per tutti sul suo sito.
La guida completa è disponibile a questo link: disdetta Sky. Di seguito, allora, riportiamo le informazioni principali e i passaggi fondamentali.
Come riportato nella guida, è importante prima di tutto distinguere quale tipo di disdetta si deve inviare. Ne esistono 3 tipologie differenti.
 
La prima opzione consiste nel ripensamento entro 14 giorni dalla stipula del contratto. In questo caso, si può disdire gratuitamente senza che vengano addebitati costi o penali.
Dopo 14 giorni dall’inizio dell'abbonamento, invece, grazie al decreto Bersani si può procedere alla disdetta prima della scadenza naturale del contratto, con un costo pari a 11,53 euro.
Nell’eventualità si fosse sottoscritto un contratto che prevedeva uno sconto in cambio di una durata minima contrattuale, si deve provvedere a pagare una somma di denaro a titolo di penale.
Questa somma, generalmente, coincide con lo sconto di cui si è goduto. La disdetta, in questo caso, deve essere trasmessa almeno 30 giorni prima dalla scadenza del contratto.
 
Le stesse modalità e costi si applicano per la terza opzione di disdetta, ossia quella a scadenza naturale del contratto.
Per procedere alla disdetta dell’abbonamento è necessario inviare raccomandata con ricevuta di ritorno alla sede di Sky.
All’interno della guida è possibile reperire i moduli da compilare e firmare. In alternativa, è possibile scrivere autonomamente la richiesta, a patto che contenga tutti i dati necessari.
Tra questi, si devono riportare i dati dell’intestatario, il codice cliente e il tipo di disdetta.
 
È importante che la comunicazione di disdetta venga inviata tramite raccomandata A/R, in quanto, oltre a essere il mezzo di trasmissione più idoneo ed efficace, detiene pieno valore legale.
Al contrario, effettuare telefonate o inviare email alla sede di Sky sono modalità di disdetta che non verrebbero prese in considerazione.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni