Home | Interno | Come inviare una PEC e a cosa serve

Come inviare una PEC e a cosa serve

Entrata ormai nell'uso comune, forse è bene conoscere i dettagli del servizio

La Posta Elettronica Certificata, conosciuta semplicemente con l’acronimo di PEC, è una vera e propria innovazione nel settore della comunicazione tra i privati, le imprese, le amministrazioni.
Infatti, essa permette di trasmettere messaggi e documenti in modo semplice ed immediato, ma garantito.
Infatti, essa ha valore legale, ed è in tutto e per tutto equiparata ad una raccomandata con ricevuta di ritorno ma dematerializzata ed immediata.
 
Il sistema della posta elettronica certificata coinvolge non solo il mittente e il destinatario, ma anche i gestori del servizio di entrambe le parti.
Infatti, affinché un messaggio di posta elettronica sia certificato, è necessario sottoscrivere un contratto di attivazione della casella PEC attraverso un gestore certificato dall’Agenzia per L’Italia Digitale.

L’AgID ha il ruolo di garante per l’utilizzo della posta elettronica certificata. Infatti, non solo ha competenza nel definire le regole tecniche, ma anche per quanto concerne l’iscrizione nel registro dei gestori certificati e la vigilanza sull’operato degli stessi.
Infatti, il decreto del 2 novembre 2005, sancisce l’obbligo per l’AgID di redigere e pubblicare in formato PDF l’elenco dei gestori certificati nella sezione documentazione del sito web ufficiale.
 
 Come inviare una PEC  
Capire come inviare una PEC è piuttosto semplice. Come già illustrato nelle precedenti righe, è necessario aver sottoscritto un contratto con un gestore per poter ottenere la propria casella PEC, alla quale corrisponde un indirizzo mail univoco.
In fase di registrazione è necessario fornire le proprie generalità e farsi identificare in qualche modo.
Ciascun gestore utilizza una procedura differenziata, come l’invio dei propri documenti di identità a mezzo web oppure la firma autografa apposta sul contratto da scannerizzare e da trasmettere nuovamente al gestore.
Dopo aver concluso tutti i passaggi, il funzionamento, poi, è piuttosto semplice, in quanto ci si troverà dinanzi ad un’interfaccia simile a quella di una qualsiasi casella di posta elettronica, con la sezione per inviare i messaggi e per riceverli.
 
Per accedere alla casella, basterà inserire la password e l’username (o l’indirizzo mail) scelti in fase di registrazione nel sito web del gestore, nell’apposita sezione dedicata, proprio come nella mail standard.
La differenza, però, sta nell’estrema sicurezza del contenuto del messaggio: grazie ai protocolli di sicurezza applicati dal gestore, non è possibile modificare o manomettere sia quanto scritto nella PEC che eventuali allegati alla stessa.
Inoltre, grazie alla ricevuta di consegna inoltrata dal gestore, si può avere la certezza che il destinatario sia venuto a conoscenza del messaggio.
Tuttavia, prima di recapitare al destinatario il messaggio, il sistema di posta elettronica certificata controlla sia la provenienza del messaggio sia l’eventuale presenza di virus informatici, ed in caso di anomalie inserisce i messaggi in un’apposita «busta di anomalia», così da garantire l’effettiva sicurezza ad entrambe le parti.
 
 A cosa serve inviare una PEC  
Una volta compreso come inviare una PEC vediamo quali sono i suoi utilizzi.
La posta elettronica certificata ha molteplici scopi: in primo luogo permette di contattare le aziende o le pubbliche amministrazioni accertandosi che il messaggio sia arrivato a destinazione.
Le aziende private molte volte impongono contatti solo mediante PEC o raccomandata, e senza dubbio la prima opzione si rivela essere maggiormente pratica ed economica, in quanto non serve pagare ogni singola raccomandata ma basta corrispondere il prezzo annuale del servizio PEC per inviarne quante se ne vuole.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni