Home | Interno | San Valentino 2021… Fiori? Cioccolatini? No, boxer!

San Valentino 2021… Fiori? Cioccolatini? No, boxer!

Sono 150 boxer speciali che vogliono celebrare la parità tra donna e uomo e combattere la violenza sulle donne – Di Luciana Grillo

image

Chiara Marconi e Federica Tiranti, le due fondatrici di Chitè.

C’era una volta il giorno di San Valentino, cadeva il 14 febbraio, si celebrava la festa degli innamorati, prima soltanto a Terni, di cui il Santo è patrono, poi in Italia e nel mondo.
Oggi, in tempi di pandemia e di lockdown, in un periodo in cui ogni giorno si parla di violenza sulle donne aggravata dalla coabitazione forzata, spesso in ambienti angusti, per ricordare un San Valentino adatto al momento che viviamo, una giovane azienda milanese che produce lingerie su misura e che ha fatto del Made in Italy 100% la sua bandiera, propone una campagna di sensibilizzazione disseminando nelle strade di Milano (e speriamo che arrivino anche in altre città) ben 200 poster dai quali si affacciano alcuni volti maschili in bianco e nero che ripetono all’unisono: «Io sono le donne», indossando un boxer genderless in edizione limitata.
 
Sono soltanto 150 boxer che vogliono celebrare la parità tra la donna e l’uomo e nello stesso tempo combattere la violenza che si scatena sulle menti e sui corpi delle donne.
I boxer sono stati realizzati in cotone 100%, in colori e fantasie diverse, in laboratori artigianali piemontesi; si possono acquistare online, sull’e-commerce di Chitè Milano.
Ovviamente il boxer maschile è diverso da quello femminile, al quale manca il supporto interno; entrambi si possono personalizzare con le iniziali della/del proprietario o si può aggiungere una parola, un verso, una frase.
È semplicemente un simbolo di uguaglianza, a prescindere dal genere.
 
Ed è anche una bella e originale idea regalo, una specie di scossa, mentre i dati dell’Istat ci dicono che le chiamate telefoniche di donne vittime di violenza che chiedono aiuto sono aumentate molto.
La cofondatrice e CEO di Chitè, Chiara Marconi, giovane trentina dal curriculum assai ricco, che comprende tra l’altro la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, periodi di volontariato in India e Brasile, per approdare a Milano, dopo essere diventata anche maestra di sci, racconta di aver creato nel 2018 Chitè, azienda delle donne e dedicata alle donne, le cui conquiste non vanno mai considerate scontate, ma devono essere continuamente controllate e, se necessario, rivisitate.
 
Insieme con Federica Tiranti, altra cofondatrice, Chiara ha rimarcato l’orgoglio di aver pensato al boxer come al capo di abbigliamento che possa diventare un facile ed espressivo mezzo di comunicazione.
La vendita dei capi di lingerie su misura è naturalmente online, ma da qualche tempo Chitè ha conquistato anche un corner presso La Rinascente di Milano, dove è possibile dunque creare una sorta di comunity.
A Federica e a Chiara, a Chitè, la loro brillante creatura, legata a criteri di ecosostenibilità, l’augurio di un San Valentino non connotato da fiori e cioccolatini, ma dai loro 150 boxer genderless!

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni