Home | Interno | Scomparsa di Ulrico Spaur, il ricordo dell’ApT Val di Non

Scomparsa di Ulrico Spaur, il ricordo dell’ApT Val di Non

«Ha dedicato la sua vita a ristrutturare Castel Valer e lo ha sempre mantenuto in condizioni perfette»

L’ApT Val di Non apprende con dolore la notizia della scomparsa del Conte Ulrico Spaur e si unisce al coro di cordoglio con un pensiero particolare rivolto ai suoi familiari.
La sua disponibilità nel mettere a disposizione gli spazi di Castel Valer e la collaborazione dimostrata in questi anni sono stati decisivi per avviare e far crescere il grande progetto «Castelli della Val di Non», fiore all’occhiello nella proposta culturale locale.
La possibilità di creare una rete di dimore castellane pubbliche e aperte ai visitatori significa infatti per il Trentino un’impareggiabile opportunità di crescita e sviluppo turistico, e in questo il contributo di Ulrico è stato determinante.
 
Grazie alla sensibilità sempre dimostrata rispetto alle nostre proposte, infatti, è stato possibile pianificare una serie di attività che hanno portato un indiscusso valore aggiunto a tutto il panorama culturale provinciale.
L’apertura di Castel Valer, inoltre, ha creato anche opportunità lavorative per alcuni giovani che si sono formati come guide all’interno del castello: con loro Ulrico aveva instaurato un legame di amicizia e di affetto.
Lo ricorderemo come persona di grande cultura, ma anche come amico e uomo generoso.
 
«Sono profondamente rattristata dalla scomparsa del Conte Spaur, scrive la direttrice dell’ApT Val di Non Giulia Dalla Palma. – Speravo davvero ci potessero essere ancora occasioni per incontrarsi e pianificare assieme il futuro del castello, come era suo desiderio.
«Negli anni il Conte si era appassionato al nostro progetto turistico di valorizzazione e ne seguiva tutti gli aspetti con passione e attenzione.
«Ha dedicato la sua vita a ristrutturare Castel Valer e, grazie anche alla preziosa opera del suo collaboratore Massimo Goio, lo ha sempre mantenuto in condizioni perfette, continuando a curare minuziosamente ogni dettaglio.
«Lo ricorderò sempre con affetto e gratitudine e porgo alla sua famiglia il mio sincero pensiero di vicinanza.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni