Home | Interno | Esami di Stato: pubblicate le ordinanze dal Ministero

Esami di Stato: pubblicate le ordinanze dal Ministero

Il Ministero dell'Istruzione ha pubblicato oggi le Ordinanze che disciplinano gli esami di Stato del primo e secondo ciclo

image

>
 Scuola secondaria di I grado (media)   
L’Esame di Stato conclusivo del primo ciclo di istruzione consisterà in una prova orale, in presenza (fatte salve disposizioni diverse connesse all’andamento della situazione epidemiologica), a partire dal termine delle attività didattiche.
Il Consiglio di classe assegnerà, entro il prossimo 7 maggio, una tematica, sulla quale le candidate e i candidati dovranno strutturare un elaborato, con il quale si aprirà il colloquio.
La scadenza per la trasmissione dell'elaborato al Consiglio di classe sarà il 7 giugno.
 
 Scuola secondaria di II grado (esame di maturità)  
Per la scuola secondaria di II grado, la cosiddetta maturità inizierà in tutta Italia il prossimo 16 giugno, alle ore 8.30.
L’esame di Stato consisterà in un colloquio, in presenza, con la finalità di accertare il conseguimento del profilo culturale, educativo e professionale degli studenti e delle studentesse.
Il colloquio, nel quale troverà obbligatoriamente spazio una parte in lingua tedesca, inizierà con la discussione di un elaborato concernente le discipline caratterizzanti l’indirizzo di studi, specificate nell'ordinanza ministeriale, che potranno essere integrate anche con apporti di altre discipline, esperienze relative ai percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (stage e tirocini) o competenze individuali presenti nel curriculum dello studente.
 
L'argomento dell'elaborato sarà assegnato dal Consiglio di classe entro il prossimo 30 aprile. L’elaborato sarà poi trasmesso dal candidato entro il successivo 31 maggio. Ci sarà dunque un mese per poterlo sviluppare.
Gli studenti avranno il tempo di curarlo approfonditamente grazie anche al supporto di un docente che accompagnerà questo percorso, aiutando i candidati a valorizzare quanto appreso.
Dopo la discussione dell’elaborato, il colloquio proseguirà con la discussione di un testo già oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di lingua e letteratura italiana, con l’analisi di materiali (un testo, un documento, un’esperienza, un problema, un progetto) predisposti dalla commissione con trattazione di nodi concettuali caratterizzanti le diverse discipline.
 
Ci sarà spazio inoltre per l’esposizione dell’esperienza svolta durante gli stage (PCTO).
La durata indicativa del colloquio sarà di 60 minuti. Il credito scolastico sarà attribuito fino a un massimo di 60 punti, di cui fino a 18 per la classe terza, fino a 20 per la classe quarta e fino a 22 per la classe quinta.
Con l’orale verranno assegnati fino a 40 punti.
 
Per informazioni ulteriori, è possibile consultare la pagina del sito del Ministero dell'Istruzione tramite questo link.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni