Home | Interno | Senato accademico: chiuse le elezioni e le nomine

Senato accademico: chiuse le elezioni e le nomine

Completata la composizione dell’organo di governo dell’Ateneo di Trento

Si completa la composizione dell’organo di governo scientifico e didattico dell’Ateneo per lo scorcio di mandato 2019/22.
Gabriella Berloffa, Alberto Montresor e Alberto Bellin sono stati eletti oggi dalla comunità accademica per via telematica.
Al voto 522 docenti (78% di 666 aventi diritto).
Paola Iamiceli, Franco Fraccaroli e Andrea Giorgi sono invece i componenti di nomina rettorale, scelti oggi dal rettore Flavio Deflorian.
Alla professoressa Paola Iamiceli anche l’incarico di prorettrice vicaria.

Con l’elezione di tre componenti e la nomina di altri tre da parte del rettore Flavio Delorian si delinea il nuovo Senato accademico dell’Università di Trento, l’organo di governo scientifico e didattico dell’Ateneo.
 
Le elezioni - La comunità accademica era chiamata a scegliere tre dei quattro suoi rappresentanti in Senato per lo scorcio di mandato 2019/22 in seguito alle dimissioni dei professori Flavio Deflorian, Paolo Macchi e Giuseppe Sciortino.
I tre componenti eletti, che si aggiungono al professor Giovanni Pascuzzi della Facoltà di Giurisprudenza (attualmente in carica), termineranno il loro mandato tra un anno il 31 marzo 2022.
Le elezioni si sono svolte nella giornata di oggi e il seggio telematico si è chiuso poco fa, alle 17. I risultati delle elezioni sono stati già validati dalla commissione elettorale centrale.

Per l’area delle scienze sociali, umane e giuridiche è stata eletta la professoressa Gabriella Berloffa, ordinaria di Economia politica al Dipartimento Economia e Management che si presentava come unica candidata dei dipartimenti «di città».
Per l’area tecnico-scientifica – che comprende i dipartimenti e i centri del polo di collina e di quello di Rovereto – sono stati eletti i professori Alberto Montresor, ordinario di Informatica al Dipartimento di Ingegneria e Scienza dell’Informazione, e Alberto Bellin, ordinario di Ingegneria civile e Architettura al Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica.
 
Le nomine - La composizione del Senato accademico si completa con tre nomine da parte del rettore Flavio Deflorian. I nomi sono stati resi noti oggi.
I mandati durano in questo caso tre anni e scadranno il 31 marzo 2024. Sono stati nominati la professoressa Paola Iamiceli, ordinaria di Diritto privato alla Facoltà di Giurisprudenza, Franco Fraccaroli, ordinario di Psicologia del lavoro e delle organizzazioni al Dipartimento di Psicologia e Scienze cognitive e già prorettore al benessere organizzativo e ai rapporti con il personale e Andrea Giorgi, ordinario di Archivistica, Bibliografia e Biblioteconomia al Dipartimento di Lettere e Filosofia.
Il rettore ha inoltre nominato la professoressa Paola Iamiceli prorettrice vicaria.
 
 Senato accademico: funzioni e composizione  
Il Senato accademico è l’organo di governo scientifico e didattico dell’Ateneo. Collabora con il rettore nell'azione di indirizzo, programmazione e coordinamento delle attività didattiche e di ricerca dell’Università e, tenuto conto delle proposte delle singole strutture di Ateneo, nella definizione dei piani scientifici e didattici e nella loro attuazione, nell’allocazione delle risorse e nel reclutamento del personale docente e di ricerca.
In composizione ordinaria è formato da otto membri, che devono essere professoresse o professori ordinari/e: quattro eletti/e e tre di nomina rettorale (tra cui la prorettrice vicaria), oltre allo stesso rettore Flavio Deflorian.
Nelle sedute in cui si trattano tematiche relative alla didattica, al diritto allo studio e ai servizi per gli studenti e le studentesse – il Senato accademico viene integrato da due rappresentanti della comunità studentesca. Attualmente sono Francesca Grassi e Mattia Guarnerio, in carica fino al 30 novembre 2022.
 
 Dettagli sulle elezioni  
I tre professori ordinari sono stati eletti dal personale docente (professori e professoresse di ruolo, ricercatori e ricercatrici di ruolo e ricercatori e ricercatrici a tempo determinato). Al seggio telematico si sono presentati in 522 su 666 aventi diritto (78%).
Per l’area delle scienze sociali, umane e giuridiche le persone votanti sono state 214 su 292 (73%). A Gabriella Berloffa, unica candidata, sono andati 186 voti. Le schede bianche sono state 28.
Per l’area tecnico-scientifica i votanti sono stati 308 su 374 aventi diritto (82%). Alberto Montresor è stato eletto con 134 voti e Alberto Bellin con 104. Per l’area si era candidato anche Francesco Pederiva che ha raccolto 58 voti. Le schede bianche sono state 12.
 
Il seggio telematico si è aperto oggi, dalle 9 alle 17 e le elezioni si sono svolte per via telematica, come era già successo in occasione delle recenti elezioni del rettore, mediante il sistema di votazione da remoto Helios Voting.
Le candidature al Senato accademico erano state assegnate a due diverse liste in corrispondenza delle diverse aree scientifiche dell’Ateneo.
Ogni docente poteva esprimere un solo voto per un candidato/a della propria area. I sette dipartimenti afferenti all’area tecnico-scientifica sono: Fisica; Ingegneria civile, ambientale e meccanica; Ingegneria e Scienza dell'Informazione; Ingegneria industriale; Matematica; Psicologia e Scienze cognitive; Biologia cellulare, computazionale e integrata.
All’area delle scienze sociali, umane e giuridiche vengono ricondotti, invece, gli altri quattro: Economia e Management; Lettere e Filosofia; Sociologia e Ricerca sociale; Giurisprudenza.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni