Home | Interno | Assoluti di Rovereto: la marcia a Fortunato e Colombi

Assoluti di Rovereto: la marcia a Fortunato e Colombi

Nella prima giornata assegnati i titoli italiani della 10 km su strada. Aceti e Mangione in finale nei 400 con i migliori tempi, Cerrato e Giovannini in testa nelle multiple

image

Francesco Fortunato - Foto Grana/FIDAL.

La prima giornata dei Campionati Italiani Assoluti ha decretato i vincitori della 10 km di marcia, sul tracciato cittadino di Rovereto (Trento).
A trionfare tra gli uomini è stato l’azzurro Francesco Fortunato (Fiamme Gialle) con il tempo di 40:02, a poco più di un mese dalla 20 km olimpica di Sapporo in programma il 5 agosto.
Il pugliese ha fatto meglio di Gianluca Picchiottino (Fiamme Gialle, 40:17) e Federico Tontodonati (Aeronautica, 40:27).
 
Al femminile, successo per Nicole Colombi (Carabinieri) che si è aggiudicata il trofeo intitolato ad Anna Rita Sidoti e l’ha dedicato ad Alessandro Talotti: 45:36 il tempo della vincitrice che ha superato Federica Curiazzi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter, 46:10) e Lidia Barcella (Bracco Atletica, 47:37) in un podio tutto bergamasco.
Nelle gare in pista, allo Stadio Quercia, Vladimir Aceti (Fiamme Gialle) e Alice Mangione (Esercito) hanno siglato i migliori tempi nelle batterie dei 400 metri, rispettivamente con 46.31 e 53.04, centrando la qualificazione alle finali di domani, così come - tra gli altri - Davide Re (Fiamme Gialle, 46.50) ed Edoardo Scotti (Carabinieri, 47.08).
 
Prima giornata anche per le prove multiple: nel decathlon ha chiuso in testa Andrea Cerrato (Atl. Fossano ’75) con 3707 punti, al femminile nell’eptathlon prima piazza provvisoria per Marta Giaele Giovannini (Atl. Livorno) con 3304 punti.
Domani la seconda giornata assegna 22 titoli italiani, diretta streaming su www.atletica.tv dalle 11, diretta tv su RaiSport+HD dalle 19 alle 21.
 
Risultati, iscritti e starting lists.
 
 Fortunato decimo titolo, a Colombi il Trofeo Sidoti  
Su Corso Bettini, in pieno centro a Rovereto, a due passi dal Museo d’arte moderna e contemporanea, Francesco Fortunato (40:02) conquista il proprio decimo titolo italiano assoluto e prosegue con ottimismo il proprio cammino verso le Olimpiadi di Tokyo, per le quali ha ottenuto lo standard d’iscrizione nella 20 km marciando in 1h19:43 a Podebrady.
Agli Assoluti, nella 10 km di marcia, è doppietta Fiamme Gialle con il secondo posto di Gianluca Picchiottino (40:17), terza piazza per Federico Tontodonati (Aeronautica) in 40:27.
«Sono contentissimo, ci tenevo a portare a casa questo titolo, oggi non contava il tempo ma la vittoria, – le parole di Fortunato, 26 anni. – C’era parecchio vento, per questo non ho aggredito la gara fin dall’inizio. Poi però ho impostato il mio ritmo e sono andato a vincere.
«Tokyo? La gioia di esserci è veramente grande, il livello è altissimo ma vorrei entrare tra i migliori sedici e godermi l’esperienza.»
 
 Tra le donne, è un monopolio bergamasco  
«È una vittoria dedicata ad Alessandro Talotti», le prime parole di Nicole Colombi (Carabinieri) dopo il successo tricolore in 45:36, con il primo pensiero che va al saltatore in alto scomparso troppo presto, protagonista in pedana proprio con la maglia dei Carabinieri.
Federica Curiazzi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) e Lidia Barcella (Bracco Atletica) la accompagnano sul podio, in una gara che anche quest’anno, e per sempre, è intitolata alla memoria dell’indimenticabile marciatrice siciliana Anna Rita Sidoti.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande