Home | Interno | Operazione strade sicure: vertice al Commissariato del Governo

Operazione strade sicure: vertice al Commissariato del Governo

Il presidente della Provincia Fugatti: «Sicurezza e diritto di muoversi devono andare di pari passo»

Sulle strade sì, ma mettendo la sicurezza al primo posto. È questo il messaggio che esce anche quest’anno, all’inizio dell’estate, dal Commissariato del Governo dove questo pomeriggio, su richiesta del presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, il prefetto Sandro Lombardi ha convocato una riunione del Comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza - presenti i rappresentanti di questura, carabinieri, guardia di finanza, corpo forestale, polizia stradale, consorzio dei comuni, corpo forestale provinciale e servizio gestione strade della Provincia - per rilanciare il programma di particolare attenzione alla prevenzione degli incidenti.
 
«Nel 2019 – ha ricordato il presidente Fugatti – avevamo posto il tema proprio alla luce dell’alto numero di sinistri mortali che avevano funestato la prima parte dell’estate.
«Si era corso ai ripari chiamando a raccolta istituzioni e forze dell’ordine. «Si sono posti dei limiti di velocità su alcune strade, che verranno confermati, e soprattutto intensificate le attività di controllo.»
 
«Il nostro primo compito – ha aggiunto il commissario Lombardi – è quello di educare e prevenire, intervenendo con le sanzioni proprio con lo spirito di dare l’esempio perché ci sono ancora troppe leggerezze, come il mancato rispetto dei limiti di velocità, l’uso improprio del cellulare alla guida, le cinture non allacciate: tutte aggravanti se non vere e proprie cause di incidenti stradali.
«Vale non solo per i motociclisti, ma anche per gli automobilisti come pure per chi va in bicicletta o in monopattino: rispetto delle regole e prudenza sono importanti, indispensabili per rispettare la propria sicurezza come pure quella degli altri.»
 
Anche quest’anno dunque verranno intensificati i controlli con le forze dell’ordine e le polizie municipali, sia sulle principali arterie di scorrimenti che lungo le strade cosiddette turistiche, compresi i passi che sono meta gettonatissime da parte di tanti appassionati.
«Il covid ha determinato uno stop generalizzato della mobilità – ha concluso il presidente Fugatti – e fare delle statistiche e confronti in questo momento non è possibile.
«Ma adesso, con la ripresa delle attività e dei movimenti, non possiamo permetterci un allentamento della guardia.
«Ringrazio pertanto il commissario per la sensibilità dimostrata e le forze dell’ordine e le polizie municipali per il lavoro che è stato fatto e si sta facendo.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande