Home | Interno | Fugatti: «SS47 ora è più sicura in Bassa Valsugana»

Fugatti: «SS47 ora è più sicura in Bassa Valsugana»

Il presidente con gli amministratori inaugura il tratto ampliato a Ospedaletto: «Ma il nostro impegno non si ferma. Avanti sulla riorganizzazione della SS47»

image

>
Sono terminati, con la posa della segnaletica orizzontale, i lavori sulla sede stradale dell’intervento di sistemazione e ampliamento della statale 47 in località Ospedaletto, tra Barricata d’Agnedo e Barricata di sotto. L’opera - del valore finanziato di 7.3 milioni di euro - permette di migliorare lo standard di sicurezza della statale 47 della Valsugana nel tratto della «retta di Ospedaletto»: è stata adeguata la piattaforma stradale, con la realizzazione di banchine, sono stati resi più sicuri gli accessi diretti mediante una corsia dedicata, mentre per il completamento del cantiere restano da terminare alcuni lavori fuori della sede stradale, che non interferiscono con la stessa.
«Si tratta di un’opera importante in questo tratto della SS47 della Bassa Valsugana che aveva avuto tante criticità nel tempo. In questo modo la sede stradale viene allargata, migliora la sicurezza e c’è un percorso più sicuro per le attività economiche»: questo il messaggio del presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti, che oggi si è recato sul posto per l’inaugurazione assieme agli amministratori locali, ai tecnici della Provincia e ai rappresentanti delle imprese coinvolte.
 

 
Il presidente ha altresì confermato l’impegno dell’Amministrazione provinciale per la riorganizzazione e raddoppio della strada statale in Bassa Valsugana, attualmente in fase di valutazione in accordo con gli enti locali. «Quello appena realizzato è un lavoro importante, chiaramente propedeutico all’investimento di circa 62 milioni di euro che la Giunta provinciale ha fatto e conferma rispetto alla messa in sicurezza totale della SS47 in Bassa Valsugana. Stiamo discutendo con le amministrazioni sulle ipotesi progettuali, ma da parte nostra c’è la volontà di confermare l’opera avendo appunto provveduto a finanziarla.»
A condividere le parole del presidente anche gli amministratori locali. «Questo intervento - ha detto Genny Cavagna, vicesindaco di Ospedaletto - rappresenta un primo importante passo per una maggiore sicurezza di tutti coloro che percorrono la statale 47, compreso i numerosi pendolari che percorrono questo tratto ogni giorno, e anche per le attività economiche lungo la strada che godono ora di accessi e uscite più sicuri.»
 

 
D’accordo Alberto Vesco, sindaco di Castel Ivano: «Sicuramente siamo di fronte ad un primo passo per la messa in sicurezza di un’importante arteria di collegamento con il Veneto e per la mobilità sulla direttrice Trento-Bassano del Grappa. Siamo altrettanto fiduciosi - ha aggiunto - in merito allo sviluppo della proposta progettuale per la sistemazione definitiva della SS47 nella Bassa Valsugana, sulla quale la Giunta provinciale e il commissario straordinario per l’opera Stefano Torresani stanno conducendo le opportune valutazioni.»
L’allargamento della piattaforma stradale, nel tratto compreso fra la Stazione di Ospedaletto e la località «Barricata di Sotto», ha visto anche lo spostamento di una roggia, per creare lo spazio fisico per allargare la piattaforma stradale e per migliorare la sicurezza della strada eliminando il fosso lungo la carreggiata.
È stata aumentata la sicurezza dell’accesso all’abitato di Ospedaletto in prossimità della ex Stazione, con la creazione di una corsia in continuità con quella necessaria a raccogliere gli accessi della zona artigianale per chi proviene da Bassano, e di una corsia di immissione per chi proviene da Ospedaletto ed intende immettersi sulla statale 47 in direzione di Trento.
 

 
Per migliorare la vivibilità degli edifici prossimi alla statale, nel tratto interessato dai lavori sono state installate due barriere fonoassorbenti: una in corrispondenza degli edifici che si trovano in prossimità dello svincolo per Castel Ivano, ed un’altra in corrispondenza degli edifici vicini allo svincolo per Ospedaletto.
Per quanto riguarda gli accessi diretti alla statale, è stata realizzata una corsia di servizio che collega i vari accessi privati posti tra la località Barricata d’Agnedo e l’intersezione di Ospedaletto stazione.
Gli ultimi lavori, che saranno eseguiti nei prossimi mesi, riguardano la predisposizione del collettore fognario che va da Castel Ivano a Ospedaletto, la pavimentazione della strada interpoderale tra le intersezioni di Villa Agnedo e Ospedaletto Stazione ed alcuni lavori di finitura del sottopasso pedonale in località Barricata d’Agnedo.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni