Home | Interno | L’assessore all'Istruzione: «Dov'ero stamattina? A scuola»

L’assessore all'Istruzione: «Dov'ero stamattina? A scuola»

La precisazione è la risposta alla polemica sollevata dai consiglieri di minoranza sulla'ssenza dell'assessore all'istruzione ai lavori della V commissione legislativa

Questa la nota che l'assessore provinciale all'Istruzione Mirko Bisesti ha inviato a risposta di un comunciato inviato alle redazioni dai consiglieri di minoranza.

«Alcuni consiglieri polemizzano sulla mia assenza ai lavori della V commissione e mi chiedono dove fossi questa mattina quando erano in discussione temi riguardanti la scuola.
«Ebbene: ero proprio a scuola. Per dare una testimonianza diretta dell’importanza che questa Giunta attribuisce al sistema formativo e quindi alle strutture oltre che ai programmi, in un momento tra l’altro in cui occorre dare ancora più fiducia a chi la scuola la deve vivere appieno, in presenza e in sicurezza come in Trentino siamo riusciti a fare.
«Ovviamente questo non significa trascurare la quinta commissione, né mancare di rispetto ai consiglieri.
«E lo dico nella consapevolezza di aver già fornito ai consiglieri, proprio nelle precedenti sedute alle quali ho preso parte, il parere a tre dei quattro provvedimenti in esame ed aver avuto un primo scambio a riguardo del quarto ddl aperto proprio nella scorsa seduta.
«Il fatto poi che a sostituire l’assessore stamani fosse la sovrintendente scolastica non fa che confermare la scelta di trattare il tema attraverso figure istituzionalmente importanti e rappresentative: spero che almeno questo non venga messo in dubbio.»
 
Di seguito la nota che i Consiglieri di minoranza avevano inviato alle redazioni.

Dove era l'assessore bisesti mentre in v commissione si discutevano quattro disegni di legge sulla scuola?
Stamane durante la seduta della V commissione si è reso manifesto, per chi ancora non se ne fosse reso conto, che le proposte del Consiglio provinciale in tema di scuola sono l'ultimo dei pensieri di questa Giunta.
Erano previste le audizioni su ben quattro disegni di legge da parte di componenti importanti come le famiglie, il Consiglio del sistema educativo, i genitori oltre a dirigenti scolastici e sindacati.
Peccato che ad ascoltare interventi interessanti e costruttivi a fare le veci della Giunta ci fosse la «Sovrintendente» anziché l'assessore alla Scuola Mirko Bisesti.
Non è certo al ruolo della sovrintendente che spetta portare le considerazioni politiche, ma abbiamo constatato ancora una volta che non svolge una funzione indipendente come auspicavamo.
L' assenza dell'assessore Bisesti svilisce il ruolo della Commissione e delle sue competenze ma anche l'impegno dei consiglieri e delle consigliere che portano all' attenzione della Giunta e del Consiglio provinciale temi particolarmente sentiti dai cittadini.
Per questo motivo, stigmatizzando questa mancanza di attenzione e rispetto, chiediamo un cambio di passo all' assessore Bisesti nell' espletamento del suo mandato, che comprende anche la presenza alle commissioni consiliari per cui ha competenza.
Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni