Home | Interno | 30 anni di Opera Universitaria, convegno sul diritto allo studio

30 anni di Opera Universitaria, convegno sul diritto allo studio

Due giorni al Teatro Sanbàpolis, in via della Malpensada di Trento, domani e venerdì

«Trent’anni di Opera universitaria: verso il futuro.»
Questo il titolo del convegno organizzato da Opera Universitaria, con il patrocinio di ANDISU, l’Associazione nazionale per il Diritto allo studio, in occasione delle celebrazioni per i 30 anni dell’Ente, che si terrà domani e venerdì, presso il Teatro Sanbàpolis.
«Un momento importante per ripercorrere i risultati raggiunti nel corso di questi anni, ma soprattutto un luogo di dialogo dove porre le basi per nuove sfide che ci attendono», – queste le parole della presidente di Opera, Maria Laura Frigotto. – Proprio per questo abbiamo voluto coinvolgere tutti i rappresentanti istituzionali di Provincia, Comuni, Università, personalità del tessuto locale ed esperti di rilevanza nazionale, fino ai nostri collaboratori e ai rappresentanti degli studenti in CDA - prosegue Frigotto - certi che solo un lavoro coordinato e congiunto può rendere possibile e concreta l’attuazione del diritto allo studio per le nostre studentesse e i nostri studenti.»

L'evento si aprirà il 2 dicembre con una tavola rotonda che vedrà, fra gli altri, l'assessore provinciale all'istruzione, università e cultura Mirko Bisesti.
«Opera Universitaria compie 30 anni: è nata infatti nel 1991 con l’obiettivo di sostenere i nostri studenti nel loro percorso universitario; in questo senso non è certamente solo un ente erogatore di servizi, ma è il cuore pulsante della nostra comunità studentesca, in grado di tessere reti e relazioni nazionali e internazionali.»

Il convegno avrà a tema il diritto allo studio, declinato nei suoi asset strategici: i servizi agli studenti e la residenzialità. Punto di partenza delle riflessioni saranno i dati raccolti dall’Ente in tre studi che hanno avuto l’obiettivo di verificare i risultati raggiunti in questi 30 anni e di mettere a confronto, in modo rigoroso e puntuale, il livello raggiunto dall’Ente con le realtà nazionali e internazionali.
Come chiarisce la presidente Frigotto: «Obiettivo dell’Ente sarà proseguire e consolidare questo metodo di lavoro, basato sul confronto continuo con altre realtà, e fare in modo che diventi strutturale nel nostro modo di operare.
«Un metodo che possa farci crescere nel tempo e che ci consenta di capire se le nostre politiche sono orientate alle vere necessità dei nostri studenti, se stiamo creando tutte le condizioni perché il Diritto allo studio sia un fattore di crescita personale e professionale per le nostre studentesse e i nostri studenti.»

L’articolazione per temi ed argomenti di queste due giornate, dove si alterneranno momenti di presentazione di studi a tavole rotonde, rispecchia la complessità e la ricchezza del diritto allo studio, così come concepito da Opera in questi 30 anni, che da sempre ha avuto l’ambizione di essere non solo erogatore di servizi ma opportunità di crescita e collante con il territorio.
Infine lo sguardo al futuro, attraverso l’approfondimento sulle sfide lanciate dal PNRR e sulle opportunità di sviluppo che questo offre non solo al nostro Ente e alla nostra Provincia.
A conclusione del convegno verrà inaugurata la mostra: «30 anni all’Opera per i nostri studenti: la nostra storia, il vostro futuro», un percorso visivo delle tappe e dei protagonisti di questo entusiasmante viaggio lungo 30 anni.

Il convegno potrà essere seguito anche in diretta all'indirizzo www.operauni.tn.it.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande