Home | Interno | Comitato provinciale per la cultura architettonica e paesaggio

Comitato provinciale per la cultura architettonica e paesaggio

Confermati dalla Giunta Provinciale di Trento per il triennio 2022-2024 i componenti

Confermati anche per il triennio 2022-2024 i componenti del Comitato provinciale per la cultura architettonica e il paesaggio, in scadenza a fine 2021. La Giunta provinciale, su proposta del vicepresidente e assessore all'urbanistica e ambiente Mario Tonina, ha approvato oggi la composizione del nuovo Comitato, all'interno del quale siederanno, come nel triennio precedente, l'architetto Elena Galvagnini (Milano, componente dal 2006 al 2010 del Comitato provinciale per la cultura edilizia ed il paesaggio della Provincia autonoma di Bolzano), il professore e architetto Carlo Magnani (Venezia, professore ordinario ed ex direttore del dipartimento di culture del progetto dello IUAV, ora in stato di quiescenza; dal 2002 al 2012 presidente della giuria del Premio Architettura Città di Oderzo), e l'architetto Markus Scherer (Merano, vincitore del Premio Architettura Città di Oderzo 2003, selezionato nel 1998 e vincitore di più premi e segnalazioni per progetti nell’area alpina).
 
Il Comitato viene incardinato presso il nuovo Dipartimento Territorio e Trasporti, ambiente, energia e cooperazione, quale struttura di primo livello a cui è affidata la competenza in materia di urbanistica e ambiente. I suoi componenti riferiranno sull’attività svolta direttamente all’assessore competente in materia di paesaggio oltre che al dirigente generale del Dipartimento territorio e trasporti, ambiente, energia e cooperazione.
L’attività del Comitato è iniziata nel 2016, in base a quanto indicato nella legge 15 del 2015, che ne aveva previsto l’istituzione. Il suo compito è di svolgere attività consultiva, finalizzata a «migliorare la qualità architettonica e l’inserimento nel contesto paesaggistico degli interventi urbanistici ed edilizi». La legge inquadra i compiti del Comitato, stabilendo in particolare che esso «valuta la progettazione di interventi pubblici e privati, anche relativi alla sistemazione di spazi aperti, ed eventualmente propone soluzioni alternative» e «fornisce alle amministrazioni pubbliche supporto specialistico in materia di paesaggio e di assetto urbano».
 
In ragione degli ottimi risultati ottenuti in questi anni di attività e della necessità di valorizzare la conoscenza del territorio trentino acquisita e la metodologia di lavoro messa a punto dai tre esperti nel corso del triennio trascorso, con il provvedimento di oggi è stata confermata l'attuale composizione del Comitato provinciale, per il triennio 2022-2024.
La delibera della Giunta ha inoltre introdotto alcune modifiche ai «Criteri e modalità di selezione dei progetti da sottoporre al Comitato per la cultura architettonica e il paesaggio».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande