Home | Interno | Cassa del Trentino SpA sostiene le infrastrutture del territorio

Cassa del Trentino SpA sostiene le infrastrutture del territorio

La Banca europea per gli investimenti ha erogato a Cassa del Trentino 127,6 milioni per finanziare progetti di Comuni, Comunità e altre entità pubbliche

La Banca europea per gli investimenti ha erogato nei giorni scorsi a Cassa del Trentino SpA 127,6 milioni di euro per finanziare numerosi progetti di Comuni, Comunità ed altre entità pubbliche; è questa la 2ª tranche di risorse BEI di cui all'accordo quadro BEI - Cassa sottoscritto nel 2020 al fine di promuovere la ripresa post pandemia da COVID-19. Il prestito BEI, regolato al tasso fisso dello 0,320%, sarà rimborsato in 10 anni; grazie a quest’ultimo «tiraggio» Cassa del Trentino ha attivato, dal 2012 ad oggi, risorse BEI per complessivi 592 milioni di euro.

Nuova importante tappa dell'iniziativa intrapresa nel 2020 da Cassa del Trentino SpA volta ad attivare risorse della Banca europea per gli investimenti per 300 milioni di euro da destinare al finanziamento di infrastrutture ed al rilancio dell'economia del Trentino.
Dopo la prima la prima tranche di 160 €/mln arrivata a luglio del 2020, la presentazione di nuovi progetti - d'intesa con la Provincia - ha consentito di ottenere ulteriori 127,6 milioni di Euro.
Una quota di 85,6 milioni di Euro risulta già destinata a 71 interventi in fase di lancio (ad es. l'adeguamento dello Stadio del salto “G. dal Ben” in località Stalimen a Predazzo, il rifacimento / l'ampliamento della rete degli acquedotti di Samone, Garniga Terme ed altri numerosi Comuni, i lavori di consolidamento del castello di Drena, l'acquisti di 45 autobus a metano da parte di Trentino trasporti S.p.A., ecc.).
La quota residua di 42,0 - qualificata «Quota Libera» - dovrà essere interamente allocata entro 18 mesi; sono numerosi i progetti già in fase di valutazione.
 
Al fine di promuovere la ripresa economica, in deroga al principio generale di intervento della BEI sino al 50% del valore dell'investimento, le risorse arrivate in Trentino con questa iniziativa possono finanziare fino al 90% dell’investimento.
Il prestito di 127,6 milioni di Euro, da rimborsare in 10 anni, è regolato al tasso fisso dello 0,320%. Il Presidente Marco Radice, che evidenzia l’efficienza e la professionalità di tutto il suo staff, coglie l'occasione per confermare la validità del modello «one for all»: Cassa del Trentino - raggruppando numerosi piccoli progetti di Comuni, Comunità di Valle ed altre entità pubbliche - raggiunge dimensioni che consentono di attivare le risorse dell'Istituzione comunitaria la quale - come noto - applica condizioni finanziarie particolarmente contenute e prive di oneri fiscali.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande