Home | Interno | UX Challenge: vince il team abbinato a Marangoni Machinery

UX Challenge: vince il team abbinato a Marangoni Machinery

Sette studenti dell’Università di Trento risolvono la sfida di innovazione di HIT proponendo una soluzione innovativa all’impresa roveretana

image

>
Sono Ginevra Fedrizzi, Rita Gambardella, Mapar Hossein, Andrea Lomurno, Luca Milano, Shiva Saket Parida e Roberto Venditti i giovani talenti nel campo delle interfacce digitali ad aggiudicarsi il primo posto della UX Challenge 2022, la sfida tecnologica di Hub Innovazione Trentino dedicata all’innovazione digitale delle imprese. Il team, composto da studenti e studentesse dell’Università di Trento e del percorso di alta formazione dell’Istituto Pavoniano Artigianelli, ha saputo cogliere e interpretare al meglio la sfida proposta da Marangoni Machinery, impresa di Rovereto operante nella progettazione e realizzazione di grandi impianti industriali per l’assemblaggio di pneumatici.
La sfida di innovazione consisteva in uno studio approfondito dell’utente e dei contesti d’uso finalizzato alla realizzazione di un prototipo interattivo. Una soluzione per un software dedicato ad ingegneri, tecnici, installatori e collaudatori di impianti che, attraverso un’interfaccia vocale, semplifica la gestione e la risoluzione delle non conformità lungo tutto il processo di installazione degli impianti presso i clienti finali.
 
Nell’elaborazione del progetto, il team è stato affiancato dall’esperto di architettura dell’informazione e docente presso l’Istituto Europeo di Design (IED) Nicola De Franceschi. Gli studenti vincono la possibilità di frequentare per un anno i corsi offerti dalla scuola di design Interaction Design Foundation.
L’evento finale della UX Challenge 2022 si è concluso con la proclamazione del team che ha lavorato alla sfida di innovazione proposta da Marangoni Machinery. Il team vincitore è composto da studenti e studentesse del corso di Laurea Triennale in Interfacce e Tecnologie della Comunicazione, dei corsi di Laurea Magistrale Human-Computer Interaction e Data Science dell’Università di Trento e del percorso di alta formazione dell’Istituto Pavoniano Artigianelli di Trento.
Ad aggiudicarsi il podio anche il team che ha lavorato per PAMA, impresa di Rovereto che opera nel campo dell’alesatura e fresatura, leader fra i costruttori di macchine utensili (secondo posto), e uno dei due team all'opera sulla sfida lanciata da Sartori Ambiente, impresa di Arco leader nella produzione di prodotti e soluzioni tecnologiche per l’ambiente (terzo posto).
 

 
All’iniziativa hanno partecipato nel complesso 55 giovani esperti nel campo delle interfacce digitali, 10 tutor esperti e 36 tester. Nel corso della settimana di attività, dal 14 al 18 febbraio 2022, i 9 team di studenti hanno raccolto le sfide di innovazione e ottimizzazione di prodotti e servizi proposti da 7 imprese con sede in Trentino attive nell’industria informatica, manifatturiera e dei servizi: BLM Group (Levico Terme), Energenius (Rovereto), Marangoni Meccanica (Rovereto), PAMA (Rovereto), PerVoice (Trento), Sartori Ambiente (Arco) e Starpool (Ziano di Fiemme).
L’evento finale della Challenge, in occasione del quale i 9 team hanno presentato le loro soluzioni innovative, si è tenuto online venerdì 18 febbraio. Ad inaugurarlo i saluti di Ivonne Forno: «Il fatto che quest’anno abbiano partecipato alla sfida anche imprese del mondo manifatturiero è una novità importante che evidenzia come l’evoluzione digitale delle attività non sia appannaggio solo del mondo ICT. La user experience offre infatti l’opportunità di migliorare prodotti, processi e servizi non solo per i clienti esterni delle aziende, ma anche per gli stessi utilizzatori interni nell’ambito della produzione» ha dichiarato la neopresidente di Hub Innovazione Trentino.
 
L’evento è proseguito con i saluti istituzionali del prof. Massimo Zancanaro, coordinatore del corso di Laurea Magistrale in Human-Computer Interaction (Interazione uomo-macchina) dell’Università di Trento e di Mirco Cainelli, vicepresidente per l'Innovazione, Sviluppo e Impresa 4.0 di Confindustria Trento.
Oltre a presentare le sfide di riprogettazione della user experience e le soluzioni prodotte e testate da quasi 100 tra solver e tester-cittadini volontari, l’appuntamento ha ospitato l’intervento di Giulio Michelon, co-fondatore di Belka, impresa trentina che si occupa di design e sviluppo software per le più importanti realtà tecnologiche italiane.
L’evento finale di questa quinta edizione della UX Challenge ha avuto anche un respiro europeo, in quanto selezionato come uno degli eventi locali della EU Industry Week 2022, iniziativa organizzata ogni anno dall’Agenzia esecutiva del Consiglio europeo per l’innovazione e delle piccole e medie imprese (EISMEA) per interagire con i più rilevanti stakeholder del mondo industriale in Europa.
 
La UX Challenge è un’iniziativa di Hub Innovazione Trentino, realizzata in collaborazione con Fondazione Bruno Kessler, Università di Trento, Trentino Sviluppo, Istituto Pavoniano Artigianelli per le Arti Grafiche, Digital Innovation Hub Trentino Alto Adige/Südtirol, Confindustria Trento, con il supporto di Dolomiti UX BookClub e Architecta.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande