Home | Interno | Lean Thinking: si è tenuto a scuola l’evento conclusivo

Lean Thinking: si è tenuto a scuola l’evento conclusivo

All'istituto Buonarroti si studia come ridurre gli sprechi in azienda


Gli studenti con la Dirigente Laura Zoller e i referenti delle aziende coinvolte Mattia Gasperotti (E pharma), Alberto Longobardi (BLM Group), Andrea Stitz (Suanfarma), Francesco Culos (auxiell).
 
Si è tenuto all’Istituto Buonarroti l’incontro finale della seconda edizione del progetto Lean.
Un progetto, realizzato in collaborazione con auxiell, che mira a insegnare agli studenti l’efficientamento dei processi aziendali nelle aule di scuola, fornendo ai ragazzi principi, tecniche e strumenti per la riduzione degli sprechi in azienda.
Anche questa seconda edizione era composta da un percorso di formazione in aula iniziata nel dicembre scorso, a cui sono seguite tre visite in BLM Group, E-Pharma Trento S.p.A. e Suanfarma, aziende del territorio che si sono rese disponibili a ospitare i ragazzi.
Grazie agli esperti del team auxiell, gli studenti hanno avuto l’opportunità di apprendere, sia in aula che sul campo, i fondamenti del sistema lean, approfondendo le tematiche della riduzione degli sprechi nelle catene del valore, nell'organizzazione e nella gestione di tutte le attività logistiche e produttive di un’impresa.
 
«Ho imparato a riconoscere ed eliminare gli sprechi, a organizzare uno spazio di lavoro, ma soprattutto ho capito quanto sia importante confrontarmi con un team che può esprimere un punto di vista differente dal mio e affrontare le problematiche con altri tagli interpretativi.»
È nel commento di Martina, studentessa dell’ITT Buonarroti di Trento, la testimonianza del successo del Progetto Lean, il ciclo di incontri ideato e realizzato da auxiell, società di consulenza specializzata nella trasformazione dei processi delle imprese in chiave lean.
 
«Gli studenti hanno risposto in modo molto positivo alla proposta di auxiell – spiega Laura Zoller, dirigente dell’ITT Buonarroti – nonostante la selezione in ingresso e benché fosse chiaro che avrebbe comportato un impegno extrascolastico molto significativo.
«Ciò che li ha motivati maggiormente a mio avviso è stato l'aver colto che il metodo LEAN applicato ai processi industriali consente di acquisire competenze di analisi per la riduzione degli sprechi molto interessanti sul fronte della sostenibilità ambientale, economica e sociale e molto apprezzate dalle aziende attente a questi temi.
«Il percorso è stato portato a termine con impegno nonostante le limitazioni dettate dal contesto pandemico, ad ulteriore conferma dell'apprezzamento della proposta.»
 
Il progetto non si è fermato solo alla teoria: gli studenti, guidati dal team auxiell e con il supporto del team interno alle aziende che hanno accettato con entusiasmo di aprire le loro porte, hanno potuto integrare le competenze apprese in aula con le competenze tecniche e di processo applicate sul campo.
Ciò ha consentito loro anche di farsi conoscere dalle imprese del territorio per un eventuale stage di alto livello, all’interno del loro percorso di alternanza scuola lavoro.
 
«Del percorso – afferma Matteo – mi ha interessato molto l’impatto che hanno gli sprechi sul costo finale di un prodotto e migliorare il nostro impatto sull’ambiente.
«Consiglierei questa esperienza anche ai miei compagni che, magari, hanno la curiosità di capire come si può migliorare in modo continuo sia in ambito lavorativo che in ambito domestico.
«In tutti i tipi di settori produttivi il lean system è di fondamentale importanza in quanto i suoi principi si applicano a tutti i possibili processi aziendali consentendo di operare ai medesimi regimi con minor impiego di risorse e di energie e quindi minori costi di produzione per una futura produzione intelligente».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande