Home | Interno | «Il sistema Provincia in una nuova logica di gioco di squadra»

«Il sistema Provincia in una nuova logica di gioco di squadra»

Il supporto della Provincia autonoma di Trento agli investimenti di riqualificazione edilizia sul patrimonio ITEA

ITEA S.p.A. ha avviato le iniziative finalizzate a cogliere l’opportunità fornita dal superbonus fiscale 110% sui propri edifici e su quelli in gestione.
Si andrà così a contribuire al rilancio dell’attività edilizia, indirizzandola verso una transizione energetica con edifici più efficienti sotto il profilo economico ed ambientale.
La Provincia autonoma di Trento ha deciso di mettere in campo una nuova strategia che possa aiutare ITEA spa a disporre del beneficio fiscale nella sua interezza.
Gli Enti strumentali in house della Provincia autonoma di Trento diventeranno potenziali cessionari dei crediti.
La cessione riguarderà il credito d’imposta derivante dalle operazioni superbonus 110% e di manutenzione/ristrutturazione degli immobili strettamente connesse all'attività di Itea.
 
La delibera, approvata nell’ultima seduta di Giunta, è stata spiegata oggi nel corso di una conferenza stampa dal presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti e dal direttore generale Paolo Nicoletti.
«Il sistema Provincia – ha spiegato il presidente Maurizio Fugatti – propone una nuova logica di gioco di squadra per poter ottimizzare e cogliere al meglio le opportunità nazionali.
«La prima sfida riguarderà il superbonus 110% ed in particolare la società di sistema ITEA spa. Senza questo supporto la società non avrebbe la possibilità di attuare il programma di investimenti pluriennali inerenti al superbonus.
«Inoltre, andando sul mercato una parte di questo credito andrebbe a perdersi. Si tratta quindi di un bel passo avanti nel nostro modo di operare. Un primo esempio di collaborazione che in futuro potrà essere utilizzato anche per altri aspetti.»
 
«La logica di questa nuova strategia – ha spiegato il direttore generale Paolo Nicoletti – è quella di mettere in campo un sistema di mutuo soccorso tra le nostre società di sistema affinché i servizi e le competenze di ciascuna realtà possano essere messe a fattor comune per il gruppo Provincia.
«Oggi abbiamo la possibilità di attuare questa nuova opportunità con ITEA affinché possa essere sfruttata al meglio l’occasione del superbonus.»
La necessità di ITEA è ora quella di cedere i potenziali crediti in corso di maturazione sulle operazioni superbonus 110%, nonché sulle operazioni di manutenzione/ristrutturazione degli immobili strettamente connesse, entro le scadenze e con le modalità previste dalla normativa di settore.
Qualora ITEA S.p.A. cedesse i crediti d’imposta sul mercato, i cessionari dei crediti applicherebbero uno sconto sull’importo del credito ceduto quindi il beneficio fiscale finale per ITEA S.p.A. risulterebbe ridotto.
 
Per questo ITEA S.p.A. andrà a cedere prioritariamente agli enti strumentali in forma societaria della Provincia al mercato i crediti vantati nei confronti dell’erario sulle operazioni inerenti al Superbonus 110%, una volta esaurita la propria capienza fiscale.
Gli enti strumentali in forma societaria della Provincia saranno tenuti a garantire a fronte di richieste da parte di ITEA S.p.A. l’acquisto di tale crediti compatibilmente alle capienze di ciascuno e a pieno valore del credito.
Tale soluzione razionalizza in senso complessivo l’uso del beneficio fiscale del 110% perseguito da ITEA S.p.A. Permette inoltre una semplificazione da un punto di vista operativo.
La cessione dei crediti fiscali «infra gruppo» (da ITEA S.p.A. agli Enti strumentali) consente, a livello di sistema, di massimizzare il beneficio fiscale, in quanto, anche qualora si applicassero tassi di sconto sul credito in cessione, i corrispondenti vantaggi «resterebbero» all’interno del sistema provinciale.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande