Home | Interno | Gli spazi sono stati inaugurati oggi, sabato 26 marzo

Gli spazi sono stati inaugurati oggi, sabato 26 marzo

Ala apre ufficialmente la «Casa delle associazioni alensi» alla ex canonica

image

>
Sarà la casa di otto associazioni di Ala, che prima erano prive di un luogo fisso e stabile dove trovarsi.
È la ex canonica, che adesso si può a tutti gli effetti indicare come casa delle associazioni alensi.
 
Le associazioni che hanno trovato sede alla ex canonica sono: Amici italiani e stranieri di Ala; Euposia Billy Wine Club (per i locali del magazzino, in condivisione con la Pro Loco di Ala); Mindshub; Società Filarmonica di Ala; Asd Rari Nantes (locale in condivisione con Ala – Kinpengere Odv); Pro Loco di Ala; Compagnia della Stella; Associazione Teatrale Alense.
Queste associazioni sono molto diverse tra loro: si va dalla realtà giovanile nata da pochi anni ai gruppi di volontariato, da quelle con scopo sociale a quelle di tipo ricreativo o artistico.
Queste realtà avevano risposto e fatto domanda alla manifestazione d'interesse lanciata dal Comune nel marzo del 2020, in seguito all'acquisizione dello stabile.
 
Si tratta di associazioni che non avevano una sede, e proprio per questo bisogno diffuso il Comune aveva acquistato l'edificio per convertirlo in una «casa delle associazioni».
È anche un modo per valorizzare le stesse associazioni, da tempo molto attive per il territorio. Va ricordato che già tante altre associazioni sono insediate in altri spazi, sempre di proprietà comunale.
Mettendo le associazioni una vicina all'altra si potrà anche favorire la collaborazione tra realtà diverse, il trasferimento di esperienze e competenze (tra le associazioni collocate qui ci sono realtà storiche e altre di recente formazione).
Si potrà insomma favorire la collaborazione, virtù che già in passato l'associazionismo alense ha dimostrato di avere, dando grandi risultati.
 
Questo l'amministrazione lo sa bene.
«Stiamo cercando di essere vicini alle nostre associazioni e al mondo del volontariato perché è un mondo assolutamente indispensabile ed utile all'amministrazione e alla comunità, – spiega il sindaco Claudio Soini. – Le associazioni assicurano aiuto, solidarietà, amicizia e collaborazione, fanno vivere il nostro territorio con le loro manifestazioni ed attività.
«È giusto poter garantire a loro sia un aiuto economico, tramite l'elargizione di contributi a loro sostegno, sia dare loro una sede ed uno spazio dove ritrovarsi e preparare la loro attività.»
 
«Non si tratta di premiare oggi queste associazioni a discapito di altre – precisa l'assessora Michela Speziosi - avevamo infatti pubblicato una manifestazione di interesse e queste sono le associazioni che hanno presentato domanda per avere uno spazio.
«Alcune di loro ci richiedevano da molto tempo uno spazio; con la pandemia il processo si è purtroppo rallentato, ma adesso arriviamo a dare una risposta concreta.
«Come amministratori siamo contenti di aver potuto dare loro un riscontro alle loro necessità e abbiamo apprezzato soprattutto lo spirito di condivisione e la disponibilità ad essersi occupati dei piccoli lavori di manutenzione.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande