Home | Interno | Renzo Caponetti a Cles parla di legalità

Renzo Caponetti a Cles parla di legalità

Evento compreso nel programma dell’Agenda 2030

Lunedì 28 marzo alle 20.30, in sala Borghesi Bertolla a Cles, si terrà la serata «La forza della legalità crederci è perseverare».
Renzo Caponetti, imprenditore e presidente dell’Associazione Antiracket e Antiusura «G. Giordano» di Gela, racconta la propria esperienza di vittima del racket e di impegno per la legalità a supporto delle vittime di estorsione.
Licia Nicoli presenta il percorso per la creazione di un presidio dell’Associazione Libera in Val di Non.
In collaborazione col Liceo Russell di Cles, NL Ethical Food Prodotti Etici e Cooperativa Mandacarù.

Il progetto vede la collaborazione tra il Comune e il Liceo Russell, che sta proponendo un percorso particolarmente coinvolgente a scuola.
Il 21 marzo è stata la Giornata nazionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie e la serata del 28 è aperta al pubblico con la possibilità, per la comunità, di incontrare un testimone d'eccezione.
Dal Russel spiegano: «Da due anni il liceo di Cles porta avanti, con un gruppo di docenti, il progetto “Mafie e legalità”, dedicato alle classi quarte, nell’ambito dell’Educazione alla cittadinanza.
«L’attività punta a informare e sensibilizzare i ragazzi a una tematica che direttamente o indirettamente coinvolge l’intera collettività e il vivere civile.»
 
«Durante l’anno scolastico 2020/21 le classi hanno seguito una serie di lezioni sul fenomeno mafioso, hanno partecipato a laboratori per l’organizzazione della giornata della lotta contro le mafie e, dopo la visione di alcuni film e di uno spettacolo teatrale, hanno avuto la possibilità di incontrare via Meet lo psicologo Enrico Interdonato, che ha partecipato col giudice Di Bella al programma «Liberi di scegliere» di Reggio Calabria per l’allontanamento dei minori dalle famiglie ’ndranghetiste.
Sempre via Meet le classi del liceo hanno incontrato il giudice Alfonso Sabella, autore della cattura di numerosi ricercati per mafia, tra i quali Brusca.
 
Il programma di quest’anno prevede, oltre alle lezioni informative, attività di laboratorio e visione di film, un nuovo incontro col dottor Interdonato e uno in presenza, nell’auditorio della scuola, col presidente dell’Associazione Antiracket di Gela Caponetti.
I docenti coinvolti nel progetto sono i professori Biagio Brunetta, Michele Castellano, Silvana Castelli, Francesca Conte, Aurora Dionisi e Fabrizio Micheletti».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande