Home | Interno | A 20 anni dalla canonizzazione di Santa Paolina

A 20 anni dalla canonizzazione di Santa Paolina

Presentato il programma di eventi organizzati ricorrenza dei 20 anni dalla canonizzazione avvenuta a Roma in Piazza san Pietro il 19 maggio 2002

image

>
Presentato oggi a Vigolo Vattaro, presso la casa natale di Santa Paolina, al secolo Amabile Visintainer, il denso programma di eventi organizzati da un apposito comitato, per la ricorrenza dei 20 anni dalla canonizzazione avvenuta a Roma in Piazza san Pietro il 19 maggio 2002. La cerimonia celebrata da San Giovanni Paolo II aveva visto la presenza di oltre 250 trentini del quali un centinaio di vigolani.
All’incontro stampa sono Interventi il sindaco del nuovo comune della Vigolana, Paolo Zanlucchi, suor Marli, superiora delle suore della Congregazione del Cuore di Gesù Agonizzante congregazione fondata da Santa Paolina nel 1895.
 
Presenti anche gli assessori comunali Nadia Martinelli e Mauro Zamboni, il parroco don Giorgio Gabos, oltre al curatore delle opere su Santa Paolina Carlo Bridi. Gli eventi inizieranno stasera a Centa S. Nicolò, ad ore 20 e proseguiranno a Bosentino al santuario della Madonna del Feles, venerdì 6 maggio con concerto, a Vattaro, il 13 maggio con l’opera teatrale sulla vita e l’opera della santa presentata dalla filodrammatica VIVA e la commemorazione a cura di Carlo Bridi e della superiora generale della Congregazione in visita a Vigolo in quei giorni. Ma la giornata più importante sarà il 19 maggio data della ricorrenza dei 20 anni dalla canonizzazione, che vedrà l’apertura di una mostra sulla vita e le opere della santa alla ex chiesetta del Redentore, a Vigolo Vattaro, che Amabile frequentava quando andava a lavorare alla vicina filanda dall’età di 8 anni, è previsto anche un annullo speciale delle Poste italiane, una santa messa celebrata dal vescovo Lauro Tisi, per concludere con la proiezione sul sagrato della chiesa parrocchiale del video sulla vita e le opere di Santa Paolina curato da Carlo Bridi.
 
Obiettivo di tutti questi eventi ha ricordato il sindaco, è quello di far conoscere la vita e le opere di questa santa che non dobbiamo mai dimenticare è ancora di grande attualità ed è conosciuta pochissimo anche nel suo paese natale, ella oltre ad essere il nostro personaggio più illustre è anche un modello di vita dedita alla carità, alla preghiera ed alla solidarietà. Suor Marli, ha ricordato fra l’altro come la Congregazione abbia proclamato il 2022 anno giubilare. È stato aperto il girono di S. Giuseppe e si chiuderà il 16 dicembre.
Bridi - ha ricordato fra l’altro- come Santa Paolina sia l’unica santa trentina e la prima santa Brasiliana, ma come sia dai più praticamente una sconosciuta, mentre la sua figura è di grande attualità anche ai giorni nostri. Per questo è fondamentale un’azione di sensibilizzazione ad ogni livello.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande