Home | Interno | Giunta accolta ad Andalo: confronto sulle priorità del territorio

Giunta accolta ad Andalo: confronto sulle priorità del territorio

Il presidente Fugatti e gli assessori con il sindaco e la comunità. Variante al centro abitato il tema evidenziato dal Comune

image

>
La Giunta provinciale è stata accolta questa mattina ad Andalo per la consueta seduta «fuori porta», prevista oggi nell’altopiano della Paganella. Il presidente Maurizio Fugatti e gli assessori hanno ricevuto il benvenuto dai rappresentanti della comunità nella sede del municipio, che ha poi ospitato i lavori dell’esecutivo. Presenti il sindaco di Andalo Alberto Perli, il vicesindaco Eleonora Bottamedi, gli assessori comunali, gli agenti della polizia locale e del corpo forestale, assieme a carabinieri, volontari dell’associazione carabinieri e rappresentanti delle associazioni. Presente anche l’assessore regionale Lorenzo Ossanna.
 
Parlando delle riunioni sul territorio, che l’esecutivo provinciale ha ripreso dopo lo stop per la pandemia, Fugatti ha ribadito quanto siano un’occasione utile «per conoscere da vicino le realtà del nostro Trentino, le esigenze delle comunità e le problematiche, sia da parte della Giunta che dai vertici tecnici dell’Amministrazione provinciale». «Un percorso - ha aggiunto il presidente - che oggi ci porta in particolare sull’altopiano della Paganella e ad Andalo, per approfondire quali sono le priorità specifiche del territorio e impostare le possibili risposte». Proprio a questo scopo è stato previsto nella mattinata il confronto tra la Giunta provinciale e quella comunale di Andalo.

Riguardo ai temi ritenuti prioritari è il sindaco Perli a scendere nei dettagli: «La presenza dell’esecutivo provinciale rappresenta un’attenzione importante alle piccole realtà come la nostra. Abbiamo l’occasione di far presente la situazione di Andalo con le sue esigenze, dalle più semplici alle più complesse. Siamo una comunità con appena mille residenti ma che costituisce il motore economico dell’altopiano. Dando lavoro a circa duemila persone, di cui molte da fuori regione, grazie ad un turismo che è sempre più presente durante tutto l’anno».
 
Il primo ambito su cui si concentrano Andalo e il suo territorio riguarda le infrastrutture.
«La priorità - ha sottolineato Perli - è certamente il completamento della variante al centro abitato, che serve serve a risolvere il problema del traffico e della sicurezza. Il primo lotto verrà ultimato entro l’anno, ma è necessario proseguire con il secondo lotto per ultimare questa importante opera».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande