Home | Interno | Il saluto di Ugo Rossi in chiusura dell'anno scolastico 2017/18

Il saluto di Ugo Rossi in chiusura dell'anno scolastico 2017/18

Il presidente: «Grazie per quanto fate per il Trentino. Approfittate al massimo anche delle opportunità dell'estate»

image

>
È un grazie convinto quello che il presidente della Provincia autonoma di Trento Ugo Rossi, anche nella sua veste di assessore all'istruzione, rivolge a tutti coloro che contribuiscono a fare del sistema scolastico trentino una realtà viva, capace di rinnovarsi e di tagliare traguardi sempre importanti: studenti e studentesse, innanzitutto, assieme alle loro famiglie, ai dirigenti scolastici, ai docenti, al personale ausiliario, al Dipartimento della conoscenza della Provincia.
«Dobbiamo avere tutti ben chiara la consapevolezza del valore che il sistema scolastico e formativo assume per la nostra comunità.
«Il futuro del Trentino parte da qui, dall'impegno costante di tante ragazze e ragazzi e di tanti insegnanti che giorno dopo giorno fanno crescere la nostra scuola, l'arricchiscono, la migliorano.
«Lo testimonia anche il nostro sistema di valutazione, e i risultati che gli studenti trentini raggiungono, nei test Invalsi ma più in generale nel loro affrontare con determinazione le sfide dell'università e del mondo del lavoro Grazie quindi a tutti, un augurio di trascorrere una buona estate e un arrivederci all'inizio del nuovo anno scolastico.»
 
Rossi ricorda anche alcuni progetti e alcuni traguardi tagliati dalle scuole del Trentino: dal progetto delle medie Manzoni di spiegare la legalità a ritmo di rap, premiato recentemente dall'università Luiss di Roma, agli studenti che eccellono in matematica, robotica, letteratura, lingue straniere o altre materie, spesso chiamati a partecipare ai campionati nazionali e internazionali, fino ai programmi di studio-soggiorno all'estero, anche legati a argomenti  importanti di carattere scientifico o civile.
«Ringrazio tutti per gli inviti che mi hanno rivolto a presenziare a cerimonie di fine anno scolastico e premiazioni – aggiunge il governatore. – Purtroppo non ho potuto onorarle tutte come meritavano, ma idealmente ho preso parte ad ognuna di esse.
«Oltre alle vacanze il periodo delle vacanze estive può essere riempito da molte altre opportunità: stage in azienda, soggiorni all'estero, volontariato.
«Auguro a tutti gli alunni e gli studenti un'estate 'piena', che costituisca un buon trampolino di lancio per il prossimo anno scolastico.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone