Home | Interno | Nogarole Rocca, A22: «Modelli gestionali, sicurezza e logistica»

Nogarole Rocca, A22: «Modelli gestionali, sicurezza e logistica»

Dopo la consueta cerimonia in suffragio dei caduti sulle strade si è svolta un’interessante tavola rotonda

Si è svolta stamani la XVI rassegna da S. Leonardo a S. Martino organizzata dall’amministrazione comunale di Nogarole Rocca. Il consueto appuntamento, ormai riferimento per il territorio e per gli operatori del settore, si è svolto come sempre presso l’Ex Oratorio di San Leonardo, anticipato dalla S.S. Messa in suffragio dei caduti sulle strade celebrata nella Chiesa Parrocchiale di Nogarole Rocca.
Ad inizio lavori è stata svelata la targa fatta predisporre dall’amministrazione comunale in memoria del Cittadino Onorario Ferdinand Willeit, recentemente scomparso. 
 
Già Presidente della Società di via Berlino, Willeit è stato ricordato dal Presidente di Autostrada del Brennero Luigi Olivieri come «un manager significativo, pragmatico ed innovativo, capace di grandi intuizioni ed in grado di gettare le basi per molte delle iniziative che ancora oggi fanno dell’Autobrennero un’eccellenza nel panorama delle autostrade.
«Tra le sfide che hanno connotato il suo mandato va ricordata la lungimirante visione della necessità di investire, anche come società autostradale, nel settore del trasporto merci su rotaia.
«Willeit ha saputo coniugare sapientemente la capacità gestionale di una Società complessa come Autostrada del Brennero e la conoscenza del contesto culturale e politico dei territori attraversati dall’A22.»
 
Interessante e più che mai attuale il tema individuato dagli organizzatori per la tavola rotonda dell’edizione 2018: «Concessioni autostradali: modelli gestionali e opportunità per i territori, sicurezza e gestione delle infrastrutture, il sistema logistico come leva strategica di sviluppo del territorio».
Durante il convegno sono intervenuti il Sindaco di Nogarole Rocca Paolo Tovo, il Vice Sindaco di Verona, Luca Zanotto, l’Amministratore Delegato e il Direttore Tecnico Generale di A22, rispettivamente Walter Pardatscher e Carlo Costa e, in rappresentanza della fondazione Speedhub, il delegato per Alta Velocità - Alta Capacità e Corridoi Europei di Confindustria Veneto, Franco Miller. A concludere la giornata è stato l’intervento del Vicepresidente di Autostrada del Brennero, Fausto Sachetto.
 
Il Sindaco di Nogarole Rocca, Paolo Tovo, moderatore della rassegna, ha ribadito l’importanza di Autostrada del Brennero per i territori posti lungo l’asse, sottolineando che l’appuntamento, che la vede coinvolta a cadenza annuale, rappresenta «un momento di dialogo e di aggiornamento apprezzato dai tanti amministratori locali che ogni anno intervengono numerosi».
Il Vice Sindaco di Verona, Luca Zanotto, ha quindi sottolineato l’aiuto che Autobrennero riserva da sempre ai territori che attraversa «non solo in termini di investimenti economici, ma anche di attenzione generale, dimostrandosi un interlocutore prezioso e un vero e proprio valore aggiunto per le nostre amministrazioni locali.
«È doveroso ricordare inoltre che, parallelamente ai numerosi investimenti sul territorio, ci sono importanti fondi legati all’opera del tunnel del Brennero e ad altre infrastrutture di carattere europeo che, in futuro, porteranno ulteriori vantaggi anche alle realtà locali.»
 
L’Amministratore Delegato di Autostrada del Brennero, Walter Pardatscher, ha ricordato ai presenti il forte binomio che contraddistingue l’A22, che a quasi 60 anni dalla sua nascita rappresenta sempre di più «un’infrastruttura che è al contempo un ponte per l’Europa e un’autostrada di prossimità».
Ha poi evidenziato la partecipazione societaria che, caratterizzata da una maggioranza pubblica e da un approccio imprenditoriale, non ha mai voluto dimenticare il rapporto di dialogo a sostegno dei territori.
Ha infine condiviso con i numerosi partecipanti alcuni importanti numeri, dichiarando che: «contiamo 43.000 veicoli teorici giornalieri ed il tasso d’incidentalità più basso d’Italia.
«Negli anni abbiamo destinato dividendi ai soci pubblici pari al 40% degli utili netti, permettendo ai territori coinvolti di crescere attraverso investimenti strategici.
«Sentiamo la responsabilità di gestire al meglio un’infrastruttura che ha importanti ricadute sui territori che attraversa e che può essere considerata una sorta di città lineare.»
 
A conclusione del suo intervento ha quindi ribadito la bontà del modello gestionale di Autostrada del Brennero, auspicando che possa essere custodito e portato avanti anche nei prossimi anni.
Il Direttore Tecnico Generale, Carlo Costa, si è concentrato sul tema della sicurezza, soffermandosi, in particolare, sulla struttura tecnica di Autostrada del Brennero, un esempio di integrazione di numerose professionalità «in grado di sviluppare un progetto dalla sua ideazione al collaudo, secondo un modello unico a livello a europeo. Si tratta di uno scenario – ha aggiunto – che fornisce altissime garanzie di controllo e di manutenzione e che ci permette di gestire al meglio le infrastrutture lungo l’asse, sottoposte ad ispezioni costanti. Ciò ci consente di valutare tempestivamente lo stato di degrado, pianificando gli interventi più opportuni nel minor tempo possibile.»
 
Franco Miller, delegato per Alta Velocità - Alta Capacità e Corridoi Europei di Confindustria Veneto, in rappresentanza della fondazione Speedhub, ha invece focalizzato l’attenzione sul valore della logistica per il territorio veronese, evidenziando come la Provincia di Verona si collochi tra i primi posti a livello nazionale sia per vocazione industriale e di scambio, sia dal punto di vista turistico.
«Si tratta di premesse necessarie – ha affermato – per capire il valore delle infrastrutture, che purtroppo ad oggi non sono sufficientemente competitive e ci collocano come Paese Italia al 26esimo posto a livello mondiale.
«È necessario investire maggiormente su questo fronte, soprattutto alla luce del fatto che le infrastrutture ad oggi disponibili non sono sufficientemente proporzionate al flusso di scambio merci.»
 
Il Presidente della Provincia di Verona e il Presidente della Provincia di Mantova hanno infine ringraziato e salutato la platea, ribadendo ancora una volta l’importanza del dialogo tra amministrazioni pubbliche e Autostrada del Brennero in un’ottica di costante condivisione, mirata alla realizzazione delle importanti infrastrutture di cui i territori hanno bisogno.
A concludere la giornata il Vice Presidente di Autostrada del Brennero, Fausto Sachetto, che ha ringraziato l’amministrazione di Nogarole Rocca e gli altri sindaci intervenuti, auspicando una valorizzazione quanto mai necessaria dell’importante lavoro fatto fino ad oggi da Autostrada del Brennero assieme ai territori.
Anche quest’anno la rassegna ha suscitato l’interesse di molti sul territorio, diventando, anno dopo anno, l’occasione per approfondire in contesti e modalità più informali alcuni grandi temi che Autostrada del Brennero è chiamata quotidianamente a gestire.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone