Home | Interno | Burocrazia: al via il tavolo per la semplificazione amministrativa

Burocrazia: al via il tavolo per la semplificazione amministrativa

Il presidente Fugatti: «Tema fondamentale per sostenere lo sviluppo economico»

Dare risposte chiare e in tempi certi ai reali bisogni di imprese, cittadini e professionisti, sfruttando tutte le potenzialità delle tecnologie, migliorando la qualità dei servizi offerti, al fine di incrementare la competitività complessiva del territorio.
È questo l’obiettivo del tavolo per la semplificazione amministrativa che ha preso oggi il via alla presenza del presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, degli assessori della Giunta provinciale e dei rappresentati delle categorie economiche e delle forze sindacali del Trentino.
 
«Sappiamo quanto sia complesso il problema – ha evidenziato Fugatti aprendo i lavori – ma sappiamo anche quanto questo tema sia importante per il futuro del Trentino, perché la burocrazia è uno dei principali freni allo sviluppo economico del territorio. 
 Partiamo dunque con i piedi per terra – ha aggiunto – ma con la determinazione di avviare un percorso che ci permetta un deciso cambio di passo, iniziando proprio da noi e quindi lavorando per far crescere all'interno dell’amministrazione quell'approccio di servizio all'utenza, che possa favorire un processo di responsabilizzazione diffuso e virtuoso a tutti i livelli.»
 
«Per queste ragioni – ha spiegato il presidente – abbiamo creato all'interno dell’amministrazione provinciale un’apposita struttura dedicata alla semplificazione e alla digitalizzazione. 
«Naturalmente – ha aggiunto Fugatti rivolgendosi ai rappresentanti delle parti sociali – sarà fondamentale la vostra collaborazione perché voi conoscete le problematiche che, ogni giorno, cittadini e imprese si trovano ad affrontare.»
 
Quattro le parole d’ordine da cui partire per avviare il processo, che sono state illustrate dal direttore generale della Provincia, Paolo Nicoletti e dalla dirigente dell’Unità di missione strategica semplificazione e digitalizzazione, Cristiana Pretto.  
 
 Eccole nel dettaglio 
Semplificazione: pianificazione e realizzazione di ciascun intervento con una definizione preventiva dell’impatto che si intende generare per l’utenza e per l’amministrazione, anche a fini di monitoraggio degli esiti e dell’efficacia degli interventi;
Digitalizzazione: utilizzo di strumenti e metodologie che l’evoluzione digitale mette a disposizione per innovare e migliorare i servizi alle imprese, ai cittadini e ai professionisti e la qualità della vita in generale;
Organizzazione: interventi mirati su attori e processi amministrativi, con particolare riguardo alla struttura provinciale ma anche alle relazioni tra questa e il territorio, in primis con gli enti locali e gli stakeholder;
Regolazione: regole certe e chiare per favorire la responsabilizzazione di tutti i soggetti coinvolti.
 
Molte anche le proposte operative di intervento che saranno poi affinate nel corso del lavoro che il «Tavolo» affronterà nei prossimi mesi.
 
 Proposte per la pubblica amministrazione: 
- rendere interoperabili le banche dati della p.a. (trentine e nazionali)
- razionalizzare i processi interni, anche trasversali (es. antimafia, anticorruzione,)
- potenziare le competenze digitali degli operatori
- far crescere nei dipendenti provinciali un approccio di «servizio» all'utenza.
 
 Proposte per le imprese: 
- completare in collaborazione con i comuni la mappatura dei procedimenti ambito edilizio e nelle attività produttive per ridurre i tempi di risposta complessivi
- analizzare, semplificare e digitalizzare i procedimenti complessi concernenti le attività economiche per ridurre tempi e oneri
- intensificare la collaborazione con la CCIAA per favorire l’interazione telematica tra imprese e p.a.
- proseguire nel progetto di razionalizzazione dei controlli sulle imprese, già avviato nella precedente legilsatura e reso concreto, in particolare, nel settore della cooperazione.
- dare attuazione al protocollo con la Federazione della Cooperazione
- dare attuazione al protocollo per l’accesso al credito
 
 Proposte per i cittadini: 
- progettare i nuovi servizi digitali sulla base delle reali esigenze raccolte
- potenziare le attività degli sportelli fisici esistenti (con particolare attenzione al territorio e alle valli)
- rivedere l’architettura e i contenuti dei portali tematici (servizi on line, procedimenti, modulistica)
- sviluppare il progetto innovativo «IO TRENTINO»
- promuovere iniziative diffuse di comunicazione e informazione.
 
I lavori si sono conclusi con un minuto di silenzio in ricordo del consigliere provinciale Rodolfo Borga, designato vicepresidente della Giunta, scomparso nei giorni scorsi.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone