Home | Interno | Ala, sperimentazione sulla viabilità: il parere dei cittadini

Ala, sperimentazione sulla viabilità: il parere dei cittadini

La maggioranza preferisce il ritorno alla situazione precedente per quanto riguarda le due vie oggetto di sperimentazione, via Bresciani e via Segantini

Il bisogno di migliorare la viabilità nel centro storico della città c'è, ma la maggioranza preferisce il ritorno alla situazione precedente per quanto riguarda via Bresciani e via Segantini, le due vie oggetto di sperimentazione.
È questo il risultato che emerge dalle risposte date al questionario distribuito alla cittadinanza dall'amministrazione comunale. 
 
Lo scorso ottobre l'amministrazione comunale di Ala aveva avviato una sperimentazione sulla viabilità del centro storico di Ala, a seguito di continue segnalazioni e lamentele da parte di alcuni cittadini.
In particolare, aveva deciso di chiudere alle auto via Bresciani, invertendo il senso di marcia di via Segantini.
Aveva poi deciso di spostare il mercato degli ambulanti del sabato, portandolo in piazza Giovanni XXIII e liberando invece via Marconi, dove si teneva in precedenza.
Si trattava dei primi cambiamenti viabilistici in centro ad Ala dopo molto tempo: una prova, sia per capire gli effetti sul traffico interno, sia per capire cosa ne pensano i cittadini.
Lo scopo era quello di capire se si poteva migliorare la coesistenza di pedoni e veicoli nelle vie cittadine del centro storico.
 
Il passo successivo è stato quello di distribuire a tutte le famiglie un questionario, chiedendo alle persone cosa ne pensassero dei cambiamenti.
Il questionario è stato distribuito in tutte le case allegandolo al notiziario comunale AlaInforma nel mese di dicembre; è stato anche creato un questionario online, compilabile collegandosi dal sito del Comune.
In tanti hanno palesato la necessità (circa la metà) di dover migliorare la viabilità, mentre una significativa maggioranza delle risposte pervenute ha dato parere contrario alla prosecuzione delle sperimentazioni in corso; sono emersi al tempo stesso però diversi bisogni e indicazioni per migliorare la convivenza tra auto e pedoni in centro.
 
Al Comune sono arrivati 250 questionari compilati (metà su carta, metà online).
Va ricordato che le famiglie ad Ala sono 3633, di cui 2371 in centro. Le risposte perciò costituiscono il 7% su tutti i nuclei famigliari (11% se calcolato su quelli di Ala centro).
Se raffrontato al numero di cittadini maggiorenni (7240) le risposte costituiscono il 3,5%. Va infine ricordato che in centro storico ci sono circa 600 utenze (533 famiglie, una settantina di attività).
È chiaro che l'amministrazione comunale si aspettava una partecipazione più ampia da parte dei cittadini in quanto si riteneva il questionario lo strumento più adatto per esprimere la propria opinione.
 
Il primo quesito chiedeva se si era favorevoli ad un riordino della viabilità interna, per meglio favorire la coesistenza tra pedoni e mezzi.
Qui i rispondenti si sono divisi praticamente a metà: 48% favorevoli, 52% contrari.
La seconda domanda chiedeva se si è favorevoli a proseguire la sperimentazione della viabilità alternativa: 66% contrari.
Il terzo punto riguardava via Bresciani: 64% contrari alla sua chiusura definitiva. Al quarto punto il cambio di senso per via Segantini: 79% contrari.
La quinta domanda chiedeva il parere su un eventuale cambio di senso di marcia in via Nuova: 77% contrari.
Il sesto e ultimo punto era una domanda aperta, per esprimere pareri e consigli.
Il 10% ha scritto di auspicare una chiusura al traffico del centro storico, facendone una Ztl.
Diversi hanno poi espresso criticità sui parcheggi (pochi liberi, molti a disco orario), molti hanno suggerito di abbassare il limite di velocità (attualmente tutto a 50 km/h), altri suggerivano delle fasce orarie in via Bresciani in concomitanza con l'entrata e uscita da scuola.
 
«Mettendoci in discussione e attirando anche qualche critica ci siamo fatti carico di fare una sperimentazione, la prima amministrazione dopo anni in cui la viabilità era rimasta tale e quale – spiega il sindaco Claudio Soini – in quanto sperimentazione va però terminata e di fronte alle risposte ricevute, faremo le necessarie valutazioni, è giusto però tenere conto dei risultati emersi e quindi penso che riapriremo a questo punto via Bresciani magari con qualche accorgimento per garantire la sicurezza ai pedoni e ripristineremo il senso di marcia di via Segantini come in origine.
«Faremo poi ulteriori e diverse valutazioni su quanto altro emerso. Stiamo in particolare studiando una nuova organizzazione dei parcheggi, in modo da poter meglio soddisfare sia i residenti, sia i commercianti, sia i frequentatori saltuari del centro.
«Confermeremo invece la nuova posizione del mercato, perché molto più dignitosa, e apprezzata dagli ambulanti.»
 
«Ci siamo presi l'onore e l'onere di sperimentare dei cambiamenti – aggiunge l'assessore Stefano Gatti – perché solo così si poteva farsi un'idea e avere delle prove sugli effetti, altrimenti era discutere sul nulla. Il 50% di cittadini che ci dicono che ci vorrebbero delle modifiche conferma che il bisogno di rivedere il sistema c'è.
«Valuteremo le chiusure a fascia oraria in concomitanza con entrata e uscita da scuola, e la riduzione dei limiti di velocità su alcune vie.
«E infine – concludono Soini e Gatti – si combatterà la sosta selvaggia su alcune vie del centro, comportamenti scorretti questi ultimi che avevano causato disagi, e indotto l'amministrazione a cercare soluzioni, anche con la stessa sperimentazione.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone