Home | Interno | Riunito a Trento l’Osservatorio per il corridoio del Brennero

Riunito a Trento l’Osservatorio per il corridoio del Brennero

Il presidente Fugatti: «Massima attenzione ai tempi di realizzazione e al contesto ambientale»

Si è riunito nel pomeriggio a Trento, alla presenza del presidente della Provincia, l’Osservatorio per lo sviluppo del corridoio del Brennero e delle connesse infrastrutture provinciali.
Si tratta di un organismo, nato con legge provinciale, che ha il compito di assicurare il monitoraggio delle fasi di realizzazione delle tratte d'accesso sud al corridoio del Brennero sul territorio trentino e l'integrazione intermodale delle connesse infrastrutture ferroviarie, stradali e logistiche, anche in relazione alla salvaguardia dell'ambiente, della tutela sociale, della salute e della sicurezza sul lavoro, all'efficacia delle relazioni con la popolazione e con le esigenze di trasparenza di informazione e partecipazione.
 
«Siamo impegnati – ha detto il presidente della Provincia – in costante dialogo con il Ministero delle Infrastrutture e con Rfi, a fare in modo che questa importante opera possa arrivare in Trentino opportunamente collegata con Trento e Rovereto.
«Per il raggiungimento di questo obiettivo è fondamentale – ha detto il presidente – mantenere un crono programma chiaro.
«Il lavoro dell’Osservatorio è molto importante – ha detto – perché ci permette di mantenere il contatto e il dialogo con i territori interessati, in quanto le opere che saranno realizzate devono essere accettate dalle comunità e devono essere realizzate tenendo conto del delicato contesto ambientale.
«Siamo convinti che l’opera ferroviaria potrà avere delle importanti ricadute sul territorio, per questo dobbiamo siamo intenzionati a seguirla con la massima attenzione e con la volontà di intercalarla nei tempi e nei modi utili alle nostre comunità. Su questa linea si muoverà la Giunta provinciale.»
 
L’Osservatorio, con l'ausilio di un comitato tecnico-scientifico, svolge le seguenti attività:
a) monitoraggio delle fasi di progettazione e realizzazione del corridoio del Brennero e delle opere ad esso afferenti, in relazione agli aspetti ambientali, economici e territoriali;
b) esame di documenti, raccolta di dati ed elaborazione di proposte agli organi competenti;
c) elaborazione di studi e ricerche afferenti la materia dei trasporti, dell'ambiente e dello sviluppo economico e sociale dei territori interessati.
 
Per la realizzazione di queste attività si avvale delle strutture provinciali competenti, ovvero può avvalersi della collaborazione di università ed istituti scientifici e di ricerca.
Oltre a tutte le strutture provinciali interessate fanno parte dell'Osservatorio i rappresentanti dei comuni e delle comunità di Valle sui quali verranno realizzate le tratte di accesso; Trento e Rovereto, Rotaliana e Vallagarina.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone