Home | Interno | A Primiero una via di Tonadico dedicata a Chiara Lubich

A Primiero una via di Tonadico dedicata a Chiara Lubich

Solenne cerimonia stamattina alla presenza dell'Arcivescovo di Trento Lauro Tisi con i parroci, la presidente dei Focolari Maria Voce e il sindaco Daniele Depaoli

image

>
A Tonadico è stata intitolata una via a Chiara Lubich.
Centinaia di persone hanno preso parte sabato mattina 10 agosto alla cerimonia solenne a palazzo Scopoli, alla presenza di Maria Voce, presidente del Movimento dei Focolari, dell'Arcivescovo di Trento Lauro Tisi e delle autorità locali.
«Abbiamo accolto con gioia – ha ricordato il sindaco di Primiero San Martino di Castrozza, Daniele Depaoli – questa nuova Mariapoli europea, durante la quale si sono confrontate quasi 3.000 persone provenienti da tutta Europa.
«A noi è piaciuto il titolo dell'evento: puntare in alto, dritto verso le cime delle nostre Dolomiti. Ma abbiamo apprezzato anche il fatto di far incontrare nel segno e nei luoghi di Chiara, diversità culturali europee, farle socializzare, fraternizzare e confrontare proprio nei nostri paesi, nelle nostre strade e tra la nostra gente.
«Come Amministrazione volevamo dare un segno di vicinanza a Chiara e all'intero Movimento, a pochi mesi dal centesimo anniversario della sua nascita.
«Per questo ci è sembrato naturale dedicare alla sua memoria la via sulla quale si affaccia baita paradiso, ma anche palazzo Scopoli, simbolo della nostra comunità.
«Ora Chiara Lubich fa parte di Primiero a tutti gli effetti e di questo siamo molto felici ed onorati.»
 
«Chissà quante volte Chiara ha ammirato da quel balcone le Pale di San Martino – ha sottolineato Maria Voce, presidente del Movimento dei Focolari, nel suo intervento – quelle montagne rosse al tramonto e i raggi del sole.
«Partiva da qui Chiara alla volta della Val Canali e per Baita Segantini. Lei amava la natura del suo Trentino. Quando nel 1949 è venuta con le sue compagne in questa casetta, non avrebbe mai immaginato che tante persone l'avrebbero seguita quassù per sperimentare come sarebbe un paese, una valle, una città, in cui nel ritmo quotidiano si vive il Vangelo. Una luce che tocca a noi oggi accogliere, per trasformare il mondo.
«Con una economia nuova, una giustizia nuova, un'arte nuova, una socialità nuova e sì... anche con una politica nuova. Un grazie speciale alle autorità e alla comunità locale. Mi avete fatto sentire primierotta.»
 
Al termine della cerimonia, l'Amministrazione comunale ha donato a Maria Voce un volume dedicato all'ingegnere primierotto, Luigi Negrelli, nel 150° anniversario del canale di Suez.
 
 Baita Paradiso 
Sorge proprio in questa via «Baita Paradiso», una piccola e semplice casa offerta nel 1949 a Chiara Lubich da una parente di una delle sue prime compagne.
È qui che la fondatrice dei Focolari visse nell’estate di quell’anno un particolare momento di comprensione dell’Opera che stava nascendo, conosciuto in seguito come «Paradiso 49».
Seguiranno altri tre momenti che concluderanno questa prima edizione della Mariapoli Europea 2019.
 
 I luoghi di Chiara 
La presenza dei giovani e dei ragazzi è stata significativa in questa Mariapoli europea a Primiero con 2.800 partecipanti da molti paesi.
Inoltre non sono mancate le presenze di persone di diverse confessioni cristiane - oltre ai cattolici, anche ortodossi, evangelici, luterani, anglicani, riformati, battisti, ecc. - di varie fedi e di convinzioni non religiose.
Un’esperienza significativa è stata quella vissuta da circa 800 persone che nell’arco di questo mese si sono recate a Trento, città natale di Chiara Lubich, per visitarne i luoghi che rappresentano la memoria della storia della nascita dei Focolari.
 
La Mariapoli (Città di Maria), è un raduno in cui le persone che abitano questa «città temporanea» cercano di costruire un nuovo tipo di società basata sulla fraternità e il rispetto reciproco.
È una vacanza originale aperta a persone di tutte le fedi, estrazioni sociali e culture.
La prima Mariapoli è nata nella valle di Primiero (Dolomiti, Italia) negli anni successivi alla Seconda guerra mondiale.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni