Home | Interno | Reinserimento dei giovani entrati nel circuito penale

Reinserimento dei giovani entrati nel circuito penale

L’Obiettivo generale del progetto è l’avvicinamento al mondo del lavoro attraverso i tirocini formativi e di orientamento

Sostenere i giovani entrati nel circuito penale e sottoposti a misure disposte dall’Autorità Giudiziaria Minorile, nel loro cammino di reinserimento sociale, e avvicinarli al mondo del lavoro attraverso tirocini formativi e di orientamento: questo l’obiettivo del progetto avviato dall’Ufficio Servizio Sociale - Servizio dell’Amministrazione della Giustizia Minorile, in collaborazione con l’Agenzia del lavoro - Ufficio inserimento lavorativo soggetti svantaggiati, approvato oggi dalla Giunta provinciale su proposta dell’assessore allo sviluppo economico e lavoro Achille Spinelli I destinatari sono 10/15 minorenni e giovani adulti di età compresa tra i 16 e 25 anni, sottoposti a misure disposte dall’Autorità Giudiziaria Minorile.

L’Ufficio Servizio Sociale Minorenni (USSM) – servizio dell’Amministrazione della Giustizia Minorile – tra le sue funzioni annovera anche, nel processo di presa in carico, l’attività di reinserimento sociale di minori e giovani adulti entrati nel circuito penale e sottoposti a misure disposte dall’Autorità Giudiziaria Minorile.
L’attività si sostanzia anche in interventi di carattere sociale che possano incidere su percorsi educativi e formativi interrotti o segnati da difficoltà ed insuccessi.
L’Ufficio anche nel 2019 ha avviato un progetto di avvicinamento al mondo del lavoro, riservato a 15 minorenni e giovani adulti, di età compresa tra i 16 e i 25 anni, chiedendo la collaborazione dell’Ufficio inserimento lavorativo Soggetti svantaggiati dell’Agenzia del lavoro.

L’Obiettivo generale del progetto è l’avvicinamento al mondo del lavoro attraverso i tirocini formativi e di orientamento, ognuno della durata variabile da due a quattro mesi.
L’attuazione del progetto sarà affidata a un Soggetto del Terzo Settore, individuato attraverso una procedura negoziale attivata dall’Ufficio Servizio Sociale Minorenni (USSM), che provvederà a segnalare i minori e i giovani adulti.
Come lo scorso anno saranno coinvolti nel progetto i Centri per l’Impiego dell’Agenzia del lavoro, che avranno il compito di iscrivere i giovani coinvolti come disoccupati, di verificare i requisiti per attivare il tirocinio, di procedere con l’attivazione del tirocinio medesimo e di partecipare a un incontro finale di valutazione dell’andamento e dei risultati conseguiti.
L’Accordo proposto ha validità dal giorno della sottoscrizione per la durata di 3 anni, con possibilità di proroga per altri 3 anni.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone