Home | Interno | Partirà da Moena la nuova edizione di Chef a teatro

Partirà da Moena la nuova edizione di Chef a teatro

La rassegna di show cooking itineranti in Trentino con rinomati cuochi e i ragazzi con disabilità: a Moena, Trento e Tesero tre serate di vera ristorazione solidale

image

>
Dopo il successo della scorsa edizione che ha visto la partecipazione di oltre 320 persone, torna in Trentino, dal 25 ottobre, Chef a teatro: showcooking on the road che coniugano solidarietà e buona cucina.
Associazioni Atti e Oasi Valle dei Laghi, con il supporto di Fondazione Aida e il contributo di Fondazione Caritro, presentano questa mini rassegna capitanata da rinomati chef trentini affiancati dall’ormai consolidata esperienza dei ragazzi di The Staff- Diversamente a teatro (Premio Sodalitas nel 2015) giovani con disabilità della Valle dei Laghi, alcuni di loro al sesto anno di attività.
I palchi dei teatri di Moena, Trento e Tesero allestiti come un’elegante sala da pranzo accoglieranno gli eventi seguendo il seguente calendario: il 25 ottobre alle ore 20.00 al Teatro Navalge con lo chef «stellato» Stefano Ghetta de L Chimpl, il 22 novembre al SanbàPolis di Trento sarà la volta di un partner storico dell’iniziativa, l’Osteria a Le Due Spade e lo chef Federico Parolari (foto seguente).
Chiudono il 31 gennaio a Tesero il duo Elisabetta Dellantonio e Gianluca Arzani del ristorante Pedrazzo Lagorai.
I menù nella specificità di ogni contributo trovano un comun denominatore nella ricerca oculata delle materie prime tradizionali reinventate in chiave contemporanea.


 
A supporto degli chef vi sono gli instancabili Mirco, Andrea e Leopoldo, al loro sesto anno di servizio (prima presso il Teatro Valle dei Laghi e dal 2017 per Chef a teatro) e le nuove leve Irene, Marilena e Paola: tutti i ragazzi di The Staff Diversamente a teatro.
Il progetto è nato nel 2014 nell’ambito dell’attività culturale che Fondazione Aida ha sviluppato presso il Teatro di Vezzano.
Il progetto ha offerto un’occasione di formazione e di inserimento lavorativo nel settore teatrale a un gruppo di ragazzi con disabilità senza distinzione contrattuale o di livello economico rispetto agli altri lavoratori del teatro.
L’attività si è conclusa con la chiusura della struttura nel 2017. Da qui è nata l’idea di proseguire l’esperienza attraverso il progetto itinerante Chef a teatro che permette di dare continuità al gruppo e al contempo è occasione di confronto per l’intera comunità.
A farcire le serate sono in programma dei momenti di intrattenimento a cura di Fondazione Aida.
Fondamentale sarà il supporto degli studenti dell’Enaip Trentino di Tesero.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni